Col motorino senza patente in tangenziale, fugge all’Atl. Rintracciato un 28enne, era già stato fermato a Verdellino nel 2015.

Col motorino in tangenziale

E’ successo oggi pomeriggio, intorno alle 13.15. Una pattuglia della Polizia locale di Dalmine, durante il pattugliamento dell’arteria extraurbanaprincipale SP ex SS 470 (Villa D’Almè – Dalmine) ha intercettato un ciclomotore in marcia in direzione di Bergamo. Trattandosi di veicolo non ammesso alla circolazione su strada extraurbana principale, gli agenti hanno immediatamente intimato l’ALT, ma il conducente l’ha ignorato proseguendo la sua corsa.

la fuga e l’inseguimento

Gli agenti si sono lanciati all’inseguimento attraverso Treviolo, Curno, Mozzo, Valbrembo ed infine Bergamo (per un totale di 9,5 km), dove alle porte della frazione Sombreno di Paladina, in Via Madonna della Castagna, il conducente del ciclomotore ha tentato la fuga imboccando l’ingresso della pista ciclabile, abbandonando il mezzo, e tentando di nascondersi nei campi adiacenti.
Gli agenti, però, non hanno desistito e hanno battuto la zona, coadiuvati da due ciclisti in mountain bike i quali, avendo notato l’arrivo dei ciclomotore seguito dalla pattuglia con sirena e lampeggianti in funzione, si erano avvicinati offrendo la propria assistenza agli operatori.

Leggi anche:  Terremoto: scosse dal Bresciano all’Oltrepò

I precedenti

Poco dopo il conducente è stato rintracciato, fermato e contenuto non senza fatica visto il suo stato di agitazione.

Dai controlli è risultato essere un 28enne nato a Ponte San Pietro e residente a Sorisole. Il ciclomotore risultava non rubato e coperto da regolare assicurazione, ma gli accertamenti successivi hanno svelato il motivo della fuga: la patente di guida del conducente risultava essere stata revocata nel dicembre del 2015 dal Prefetto di Bergamo dopo che nel gennaio 2015 era stato sorpreso a circolare dai carabinieri di Treviglio a Verdellino sebbene la sua patente fosse stata sospesa dal prefetto di Cremona per guida sotto l’influenza di stupefacenti accertata nel 2014.

Tra le sanzioni a carico del conducente la guida senza patente, per 5110 euro e l’inosservanza dell’Alt, il cui importo sarà stabilito dal Prefetto.

TORNA ALLA HOME