E fanno cinquanta. Con l’arresto, ieri, di un pusher 47enne italiano sulle sponde dell’Adda, preso con uno zainetto pieno di droga mentre cercava di passare per uno sportivo intento a prendere il sole, la media giornaliera degli arresti nella Bassa si attesta oltre l’unità.

I numeri della compagnia carabinieri di Treviglio

Era infatti il 50esimo arrestato dall’inizio dell’anno, per la Compagnia carabinieri di Treviglio, che estende la sua pertinenza anche su buona parte della media pianura e sull’Isola, per un totale di 52 Comuni. In  soli 45 giorni.

Fingeva di prendere il sole (a febbraio)

I militari hanno sorpreso l’uomo a Capriate.  Si trovava lungo le sponde del fiume e sembrava  impegnato a prendere il sole e a fare sport. A febbraio, sì. In realtà, perquisendogli lo zainetto, i carabinieri hanno rinvenuto  oltre 50 dosi di hashish per un peso complessivo di mezzo etto, un panetto di hashish del peso di 100 grammi circa, 10 dosi di cocaina per circa 5 grammi, un bilancino di precisione, 1600 euro in contanti in banconote di vario taglio e materiale vario per il confezionamento della droga. Non esattamente l’attrezzatura di un runner.

Leggi anche:  A Fara scatta lo sciopero dei dipendenti comunali VIDEO FOTO

Già arrestato due anni fa

Anche la  perquisizione svolta a casa sua ha permesso di rinvenire altro stupefacente.  E’ stato quindi arrestato e portato in carcere a Bergamo in attesa dell’interrogatorio di convalida davanti al Gip. Già nel gennaio 2017, infatti, era stato arrestato sempre per reati in materia di droga.

TORNA ALLA HOME