Mancano poche ore alla fine del 2018 ed è tempo di tirare le fila di un anno che, anche nella Bassa, è stato ricco di eventi: cronaca nera – tanta, purtroppo – eventi straordinari e ordinari disservizi hanno reso quest’anno, che volge al termine, davvero difficile da dimenticare.

Le 20 notizie più lette del 2018

Ripercorriamo insieme quali sono state, allora, le 20 notizie più lette sul web dal nostro portale Giornaleditreviglio.it.

1. Il misterioso boom sonico

esplosioni

Era il 22 marzo, un giovedì mattina come tanti altri. Alle 11.15 tutta la Lombardia è stata scossa da due potenti boati. Le prime ipotesi spaziavano dall’esplosione in un’azienda all’attacco terroristico. Eventi che, inizialmente, pensavamo circoscritti in provincia di Bergamo. Solo dopo è stato chiaro che gli stessi boati erano stati avvertiti anche a moltissimi chilometri di distanza. Tutta colpa – alla fine – di due caccia militari che avevano infranto la barriera del suono. Capitò proprio sopra la Bassa, motivo per cui lo spavento fu grosso: in parecchi anche a Treviglio uscirono in strada allarmati. Il Giornale di Treviglio fu tra i primi a dare la notizia a livello nazionale: diventò virale nel giro di una manciata di secondi.

2. Tirava sassi alle auto perché nessuno gli dava un passaggio

Il 23 febbraio al “112” arrivano diverse chiamate per segnalare un uomo che dal ponte sulla Paullese, a Spino, lanciava sassi contro le auto. Un incubo, quello dei sassi killer, che ha provocato una forte ondata di indignazione. Lui, invece, un nigeriano di 23 anni si è giustificato dicendo che era arrabbiato perché nessuno gli aveva dato un passaggio.

3. Omicidio al Gold Cherry

duplice omicidio
Le vittime Carlo Novembrini e Maria Rosa Fortini

Un’esecuzione in stile mafioso: un omicidio che ha scosso tutta la comunità caravaggina e non solo. La sera del 4 aprile, nella sala slot Gold Cherry a Caravaggio Maurizio Novembrini spara e uccide il fratello Carlo e la compagna di lui, Maria Rosa Fortini, al culmine di una lite registrata dalle telecamere di sorveglianza. La sequenza dell’esecuzione, prima Carlo raggiunto da due colpi e poi Maria Rosa con un colpo alla testa, è tremenda. Novembrini verrà catturato la sera stessa davanti alla sua abitazione a Treviglio. E’ accusato di duplice omicidio.

4. Stroncato a 18 anni da una polmonite

Mattia Rapetti

Mattia Rapetti, 18enne di Caravaggio, aveva tutta la vita davanti. Invece, il 21 gennaio si è spento improvvisamente a causa delle complicazioni di una polmonite. Frequentava il liceo Galileo Galilei: uno studente brillante e un amico sincero. I suoi compagni hanno deciso di ricordarlo istituendo una raccolta fondi per un progetto umanitario.

5. Far west a Pandino

Omicidio a Pandino

Un delitto passionale, questa volta nel Cremasco. Nel pomeriggio del 13 luglio, a Pandino, si sentono degli spari per la strada. In via Fontana, davanti al bar ristorante “Da Wang”, Barrionuevo Diaz José Martin, di 43 anni, residente a Cologno Monzese, veniva freddato con tre colpi di pistola da Savero Debiasi, 48 anni, ex marito della fidanzata di Barrionuevo.

6. Cybersex in salsa bergamasca, ma la 15enne chattava col papà

La storia sul web era diventata virale. A raccontarla era stato il presidente dell’Aga di Pontirolo, al termine di un’inchiesta sulle dipendenze. Una brutta storia di “sesso nella rete”, ma a dar scandalo fu un particolare non da poco: la 15enne che cercava cybersex su siti per adulti era finita per chattare nientemeno che con il proprio padre: immaginate lo stupore – e la vergogna di entrambi – una volta scoperto?

7. Pasqua di dolore, due operai morti alla Ecb

Il giorno di Pasqua del 2018 i trevigliesi non lo dimenticheranno facilmente. Il 1° aprile in tanti avremmo preferito si trattasse di uno scherzo, di un Pesce d’Aprile di cattivo gusto, invece, alla Ecb nella zona Pip di Treviglio una tremenda esplosione è costata la vita a due operaiGiuseppe Legnani e Gian Battista Gatti che erano rientrati, in seguito a una segnalazione di malfunzionamento, per accertarsi che fosse tutto a posto. Un incidente gravissimo che ha riportato sotto i riflettori la piaga delle morti sul lavoro che posiziona la Lombardia al primo posto a livello nazionale. E Treviglio, quest’anno, è stata maglia nera in provincia di Bergamo.

8. Neonata muore di pertosse

neonata morta
La piccola Martina Cappa

Martina Cappa aveva solo un mese di vita. Il 29 luglio, si è spenta all’ospedale di Bergamo, dopo aver contratto la pertosse. Una tragedia che ha sconvolto due comunità: Treviglio, città natale di mamma Veronica e Scannabue dove viveva con il marito Cristian. La sua storia (a poca distanza un’altra bimba era morta, a Seriate, per lo stesso motivo) ha lasciato molti interrogativi che hanno spinto Regione Lombardia a introdurre la vaccinazione anti pertosse nel terzo trimestre di gravidanza.

9. Infarto alla festa, salvato da una biker

Una storia a lieto fine, invece, arriva da Cologno. Alla tradizionale festa annuale dei bikers, a fine agosto, un avventore in coda per entrare viene colto da infarto e cade a terra. Eleonora Barnabò, poi ribattezzata biker eroina, lo ha salvato praticando il massaggio cardiaco in attesa dell’arrivo dell’ambulanza.

Leggi anche:  Confartigianato, l'eco di "Quelli del Sì" VIDEO

10. Cacciatore picchiato dagli animalisti

A fine novembre ha fatto molto discutere quanto accaduto nelle campagne di Badalasco (Fara). Sei giovani hanno prima insultato e poi colpito un cacciatore di 81 anni di Almenno San Salvatore. A colpirlo, al volto e alla gamba uno dei giovani che poi si sono dileguati.  L’anziano, dolorante e in lacrime, è stato soccorso da amici e altri cacciatori nei paraggi.

11. Ricoverato per un’infezione, muore a 16 anni

E’ morto a soli 16 anni Alessandro Abdelrahman. A stroncare la sua giovane vita, a soli 16 anni, una grave sepsi che non gli ha lasciato scampo. Promessa della Pagazzanese Alessandro era amato da tutti e viveva con la mamma e le sorelle a Masano.

12. Maltempo nella Bassa, la tempesta perfetta

Piena Serio a Mozzanica
Piena Serio a Mozzanica

Pioggia e vento così forti non si erano mai visti. A fine ottobre la Lombardia è stata colpita da un’ondata di maltempo senza precedenti. Così tanta pioggia da provocare l’esondazione del Serio e danni in città. Alberi caduti, incidenti, blackout hanno reso quei giorni lunghi e spaventosi per tutti. Ingenti i danni, soprattutto sull’ecosistema e sulle aree verdi.

13. All’ospedale di Treviglio due operazioni in diretta mondiale

Ospedale di Treviglio chirurgia Giovanni Sgroi operazioni in diretta mondiale
Il team con il dottor Giovanni Sgroi (prima fila a destra)

Tutto il mondo con gli occhi puntati sull’ospedale di Treviglio. Il 30 novembre Treviglio è diventata famosa per due operazioni chirurgiche estremamente interessanti, per una particolare tecnica operatoria laparoscopica utilizzata dall’equipe del dottor Giovanni Sgroi. Una tecnica che si pratica a Treviglio e in pochissimi altri centri italiani.

14. Cinema, il multisala riapre per Natale

Treviglio ha trovato un bel regalo sotto l’Albero. Dopo la chiusura del cinema, a Pasqua, per mesi si è attesa una buona notizia che stentava ad arrivare. Poi Anteo Spazio Cinema ha fatto un passo avanti e lo scorso 14 dicembre il cinema di Treviglio ha riaperto i battenti, con sei sale all’avanguardia e un progetto di rilancio interessante.

15. Mia mamma non è morta su quel treno

Il 25 gennaio 2018 resterà scolpito nella memoria di tutti. Quel giorno, un giovedì mattina qualunque, un treno regionale diretto a Milano è deragliato, poco dopo aver superato la stazione di Pioltello. Tra le lamiere di quei vagoni hanno perso la vita tre donne: Ida Milanesi di Caravaggio, Pierangela Tadini di Misano e Alessandra Pirri di Capralba. Tantissimi i feriti. Ancora oggi non è stata fatta luce su quanto sia accaduto. E in quei momenti concitati online comparì anche la foto di una donna (omonima della Tadini) data per morta su quel treno. A smentire fu il figlio, proprio dal nostro portale.

16. Cinema, domenica il multisala chiude i battenti

Se Natale ci ha regalato un cinema tutto nuovo, a Pasqua, invece, il Multisala gestito per decenni dalla famiglia Signorelli chiudeva definitivamente per difficoltà economiche. Una notizia che aveva lasciato tutti senza parole: i trevigliesi – e non solo – volevano un cinema e lo hanno detto subito a gran voce. Per fortuna le preghiere sono state esaudite…

17. Treno guasto e pendolari al freddo per due ore

Un giorno di ordinari disservizi sulla rete ferroviaria. Per i pendolari il 2018 è stato sicuramente un anno da dimenticare. Oltre al deragliamento che ha lasciato in traccia in tutti, prendere il treno è diventato un vero terno al lotto. Ci sarà? Sarà in ritardo? L’avranno soppresso? Il 2 marzo, aveva nevicato, faceva molto freddo e i pendolari che hanno malauguratamente preso il 2073 delle 15.25 per tornare a casa sono rimasti quattro ore e mezza “prigionieri” del treno immobilizzato a Melzo, in mezzo al gelo.

18. Disastro ecologico da Caravaggio a Crema

Schiuma bianca, pesci morti e un forte odore hanno distrutto l’ecosistema di diverse rogge, partendo da Caravaggio e raggiungendo, infine, il Serio a Crema. Un disastro ecologico, che ha colpito a più riprese, e che ha unito i Comuni di Caravaggio, Capralba, Mozzanica , Sergnano e Crema nella lotta contro quello che sembrava più di un incidente isolato.

19. Aaa cercansi custode per la Rocca Albani

Il fascino di vivere in un castello ha vinto. In tantissimi sono rimasti affascinati dalla proposta di candidarsi come custodi della Rocca Albani di Urgnano. Un bando aperto che, però, non è andato come l’Amministrazione aveva previsto… Troppi vincoli, alcuni davvero troppo rigidi, avevano infranto le speranze degli interessati.

20. Area commerciale di via Bergamo, via alle assunzioni

Nel 2018 Treviglio ha salutato la nuova area commerciale in via Bergamo. Negozi, supermercati e un ristorante hanno portato anche nuovi posti di lavoro. La ricerca dei candidati aveva registrato numeri da record segno di una carenza di posti di lavoro soprattutto per i giovani.

Eccolo dunque, il nostro 2018 in venti notizie. E da domani si ricomincia: a tutti i lettori  i migliori auguri di buon anno!

TORNA ALLA HOME