Degrado a Zingonia, tre appartamenti sgombrati, ancora droga e clandestini. Proseguono i servizi antidegrado e anticrimine dei carabinieri della Compagnia di Treviglio a Zingonia. Dopo la recente maxi operazione ai palazzoni di Ciserano, i militari dell’Arma sono tornati a concentrarsi alle “4 Torri” di Verdellino, oltre che in Piazza Affari.

Degrado a Zingonia

Ieri i carabinieri della neo istituita Tenenza di Zingonia, insieme a personale della Polizia locale di Verdellino e ai funzionari dell’Istituto Vendite Giudiziarie, hanno eseguito alcuni controlli mirati in appartamenti esecutati o prossimi all’asta giudiziaria occupati abusivamente da stranieri. In tutto sono stati 3 gli appartamenti ispezionati e liberati, di cui uno chiuso direttamente con ordinanza del sindaco del Comune di Verdellino Silvano Zanoli. Cinque gli stranieri rintracciati, con un’età compresa tra i 19 e i 43 anni, 4 nigeriani ed una donna senegalese. La maggior parte di loro non sono stati trovati in regola per quanto riguarda la relativa posizione sul territorio nazionale e per questo denunciati, oltre che per occupazione abusiva, anche per il relato di clandestinità.

In tal senso sono stati presi contatti con l’Ufficio Stranieri della Questura di Bergamo per la conseguente espulsione dall’Italia. E’ stato poi rintracciato anche un marocchino 30enne clandestino in possesso di circa 10 grammi di hashish e con circa 2.500 euro provento dell’attività di spaccio, posti sotto sequestro.

Leggi anche:  Un marito violento arrestato e un altro allontanato da casa

I controlli continuano

Anche stamattina i militari dell’Arma stanno proseguendo con controlli analoghi in altri appartamenti delle “4 Torri” potenzialmente interessati dalle occupazioni abusive e dalla presenza di stranieri irregolari. Le operazioni sono tuttora in corso.

TORNA ALLA HOME