Don Mauro Inzoli spogliato delle vesti sacerdotali. Notizia shock quella diffusa poche ore fa dalla Diocesi di Crema. A decidere delle sorti di “don Mercedes” è stato il 20 maggio scorso Papa Francesco che ha dato mandato al nuovo vescovo di Crema don Daniele Gianotti di comunicare la sentenza ecclesiastica ai cremaschi.

“Decisione grave ma ponderata”

 Don Mauro Inzoli si trova ancora sotto processo per abusi sessuali su minori  ma dalla Chiesa è arrivata una sentenza definitiva. “Non possiamo pensare che il Papa sia giunto a una decisione così grave senza aver vagliato attentamente davanti a Dio tutti gli elementi in gioco, per arrivare a una scelta che fosse per il bene della Chiesa e al tempo stesso per il bene di don Mauro” ha scritto il vescovo in un comunicato diffuso in mattinata.

Non potrà più esercitare

Don Mauro Inzoli, in quanto dimesso dallo stato clericale, non potrà esercitare il ministero sacerdotale né presiedere le celebrazioni sacramentali, neppure in forma privata.

Leggi anche:  "Farai la fine di Sana", picchia la figlia che rifiuta matrimonio combinato

Leggi di più sul numero di “INCremascoweek” in edicola venerdì 30 giugno 2017.