Era drogato, K.P., il 22enne bresciano fermato domenica mattina a Romano dopo aver molestato, aggredito e tentato di rapinare una 40enne bergamasca. Davanti al giudice il giovane ha spiegato di non ricordare nulla di quanto accaduto.

“Ero drogato, non ricordo nulla”

L’ultimo ricordo risalirebbe alla notte, quando in discoteca il 22enne avrebbe assunto della droga, probabilmente Mdma, e tanto tanto alcol. Poi il buio. Dell’aggressione, avvenuto domenica intorno alle 11 sul viale della stazione a Romano dice di non ricordare nulla. I fatti, però, sono stati ricostruiti scrupolosamente dai carabinieri di Treviglio intervenuti pochi minuti dopo grazie alla segnalazione della 40enne che, riuscita a fuggire, si era rifugiata in un bar chiedendo aiuto.

Donna aggredita, 22enne ai domiciliari

Poco dopo i militari del Nucleo Radiomobile lo avevano fermato in evidente stato di alterazione psicofisica. L’arresto del 22enne, operaio bresciano incensurato, è stato quindi convalidato e sono stati disposti gli arresti domiciliari. Il processo è aggiornato al 25 novembre.

Leggi anche:  In casa col bimbo di due anni aveva un chilo di cocaina: mamma in manette a Caravaggio

TORNA ALLA HOME