Poteva sfociare in una tragedia l’aggressione avvenuta a Ghisalba nella mattina di venerdì. La vittima è Angela Luparello, parrucchiera e titolare del negozio “Center Woman” di via Locatelli, picchiata e percossa per un parcheggio.

Donna aggredita a Ghisalba

L’episodio è stato il culmine di una serie di atti vandalici iniziati un mese fa ai danni dell’auto della parrucchiera. “Circa un mese fa ho iniziato a trovare gli pneumatici della mia auto tagliati nel parcheggio pubblico – ha detto Angela – Ho chiesto allora ai condomini del cortile dove si affaccia il retro del mio negozio, se potessi parcheggiarla all’interno. Tutti mi hanno dato il consenso, tranne una donna  che appoggiava la propria bici all’auto sia all’inferriata della porta d’emergenza del negozio, oltre che minacciarmi verbalmente”.

“Senza mia sorella sarei morta”

Giovedì l’ennesima ruota dell’auto tagliata. “Venerdì mattina ho visto passare la donna e l’ho chiamata per cercare di chiarire la situazione – ha proseguito – Lei si è avvicinata e ha iniziato a picchiarmi con le mani, con le unghie e con i denti. Mi ha preso per i capelli e trascinata per il cortile, vedevo nei suoi occhi una rabbia ed una forza incredibile. Ho gridato aiuto e chiamato mia sorella Loredana, ma poi il ricordo è offuscato. Se non ci fosse stata lei, sarei morta”.

Leggi anche:  Tragedia sulla tangenziale a Zanica, muore una donna

Leggi l’intera intervista su RomanoWeek in edicola venerdì 6 dicembre

TORNA ALLA HOME