Doppio incidente, ma perde il paraurti con tanto di targa. Identificato, quindi, il responsabile che però si è dato alla fuga.

L’incidente ad Arcene

E’ successo sabato pomeriggio ad Arcene intorno alle 15. Nel primo pomeriggio la Polizia locale di Brignano è stata contattata per intervenire in seguito a un incidente verificatosi ad Arcene. Una Citroen azzurra era andata infatti a sbattere contro un’altra vettura. L’impatto però ha fatto sì che dalla Citroen cadesse il paraurti anteriore, dove era posizionata la targa.

Auto di proprietà altrui

Dopo lo scontro, l’uomo di origini marocchine, a bordo della Citroen, ha deciso di lasciare il mezzo a pochi chilometri dal luogo dell’incidente. La Polizia locale è riuscita a rintracciare la vettura e grazie alla targa è stato possibile scoprire a chi appartenesse l’auto. Individuato l’intestatario del mezzo si è scoperto però che  a guidare la Citroen azzurra non era il  proprietario, bensì un conoscente che si era messo alla guida del mezzo senza chiederne il permesso. L’uomo, tra le altre cose, era pure privo di patente.

Alla ricerca del responsabile

E’ stato tuttavia possibile identificare, grazie alle informazioni fornite dal proprietario, chi stesse guidando in quel momento. L’uomo risulta ancora non rintracciabile. Le Forze dell’ordine sono al lavoro per trovarlo. Infatti l’uomo non sarebbe responsabile solo di un unico incidente. I carabinieri di Verdello sono intervenuti sabato pomeriggio (pochi minuti prima dell’intervento della Locale brignanese) in via Carsaniche (sempre ad Arcene), perché la stessa Citroen aveva tamponato un’altra vettura all’altezza di un semaforo.

Leggi anche:  Crollo Ponte Morandi Genova: cosa sappiamo finora NUOVE IMMAGINI

Doppio tamponamento

Due incidenti avvenuti a pochi metri di distanza e nel raggio di pochi chilometri. “L’uomo per ora risulta non rintracciabile. Sono comunque in atto tutti i tipi di controlli – ha dichiarato il comandante della Polizia locale brignanese Giovanna Farina – comunque il lato positivo della vicenda è che almeno non sono state mietute vittime e che la Citroen azzurra è assicurata. I danni potranno essere almeno risarciti”.

TORNA ALLA HOME