Una fiaccolata per Zina per dire “no” alla violenza sulle donne e per raccogliere fondi per le figlie della 36enne uccisa dal marito. La manifestazione si terrà questa sera, lunedì 25 novembre, dalle 20 a Cologno al Serio.

Una fiaccolata per Zina

Quest’anno la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne avrà un sapore ancora più amaro a Cologno al Serio. La comunità, infatti, chiama tutti a raccolta, uomini e donne, di tutte le età, per ricordare Zinaida Solonari, per tutti Zina, la 36enne uccisa con due coltellate dal marito 47enne Maurizio Quattrocchi lo scorso settembre. Un dolore che aveva lasciato Cologno e tutta la Bassa sotto choc.

Un’iniziativa condivisa anche da Morengo che ha invitato quanti fossero interessati a ritrovarsi alle 19.45 per poi raggiungere insieme Cologno e partecipare alla fiaccolata.

LEGGI ANCHE: Questo non è amore, la violenza sulle donne in provincia di Bergamo DATI

Uccisa dal marito

La storia di Zina, che si trovava già sotto “codice rosso” ha riacceso un dibattito già caldissimo sul fenomeno dei femminicidi. Zina aveva denunciato il marito dopo i primi segnali che l’avevano spinta a preoccuparsi per la sua incolumità. I carabinieri le avevano consigliato di trasferirsi a casa della sorella e stavano monitorando la situazione. Ma non è bastato. E’ proprio fuori da quella casa che quel sabato notte Quattrocchi l’ha attesa, armato di coltello e l’ha uccisa.

LEGGI ANCHE: Femminicidio di Cologno, il marito confessa: “L’ho uccisa io, non se lo meritava”

Leggi anche:  Cassano in lutto per la scomparsa dell'ingegnere Laboni

In strada il 25 novembre

“Zina era una nostra compaesana – si legge sulla pagina Facebook del Comune di Cologno promotore dell’iniziativa – Poco più di un mese fa, la sua morte ha scosso profondamente non solo i suoi affetti più cari, ma anche tutta la nostra comunità. Per non dimenticarla e per sostenere l’autonomia delle sue tre ragazze, lunedì 25 novembre – Giornata internazionale contro la violenza di genere – alle 20 ci troveremo presso la fontana del centro storico per una fiaccolata: un abbraccio dato da tante persone che diranno no alla violenza, no all’indifferenza, no all’oblio! Vogliamo ricordare Zina e con lei tutte le donne che hanno perso la vita a causa di una violenza ingiustificabile, retaggio di una “cultura” sbagliata, che vogliamo lasciarci alle spalle”.

LEGGI ANCHE: Giornata contro la violenza sulle donne: le iniziative nella Bassa

Raccolta fondi per le figlie di Zina

“Grazie al Centro antiviolenza Sirio, sarà anche possibile dare concretamente il nostro supporto per l’autonomia delle tre figlie di Zina – continuano – in quella sede raccoglieremo fondi da destinare direttamente a loro. Invitiamo tutti i colognesi ad accendere delle candele o luci fuori dalle proprie abitazioni durante la sera del 25 novembre e a partecipare a questa fiaccolata, per stringerci tutti insieme in un abbraccio comunitario destinato a tutte le persone che subiscono forme di violenza di genere o le conseguenze di questa violenza”.

TORNA ALLA HOME