In sella al motorino senza patente e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, nei guai un 20enne di origina libica. A fermarlo, lo scorso 15 marzo durante un normale controllo del territorio, sono stati gli agenti della Polizia locale di Caravaggio.

Fermato a Caravaggio

Erano circa le 22.30 quando gli agenti hanno intimato l’Alt a un Phantom Malaguti F12 che stava transitando lungo via Oberdan.
A condurlo un 20enne libico, A.T.E.M., che una volta fermato è parso subito molto agitato.
Dai controlli eseguiti è emerso che lo stesso guidava privo di patente di guida perché mai conseguita. Per quanto accertato gli è stata quindi contestata l’infrazione al Codice della Strada con sanzione dell’importo di 5.110 euro.

Gli agenti hanno poi disposto il fermo del veicolo per tre mesi. Sospettando che il conducente circolasse sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope, il ragazzo è stato accompagnato con il proprio consenso in ospedale a Treviglio dove è stato sottoposto ad esami specifici. Il referto ha dato esito positivo per la presenza di cannabinoidi.

Leggi anche:  Oggi i funerali di don Sante, prete "ribelle" e sportivo

Denunciato 20enne libico

A questo punto, contro il 20enne, la Polizia locale ha depositato formale denuncia penale in Procura a Bergamo per guida in stato di alterazione psicofisica dovuto all’uso di sostanze stupefacenti o psicotrope.
Soddisfatta la comandante della Polizia locale Cristiana Vassalli che ha posto l’accento sull’efficacia dell’intervento per la prevenzione di criticità e la messa in sicurezza del territorio.
Dello stesso parere anche il sindaco Claudio Bolandrini: “Ottimo lavoro dei nostri agenti – ha detto – la conferma che il presidio del territorio e la sicurezza sono la priorità”.

TORNA ALLA HOME