La Polizia locale ha chiuso a Romano una casa di appuntamenti gestita da due donne clandestine cinesi.

Casa di appuntamenti

“C’è uno strano via vai di persone a tutte le ore del giorno e della notte”. Una casa di appuntamenti gestita da due donne clandestine cinesi in un appartamento nel vicolo Moroni. Questo quanto è stato scoperto dalla Polizia locale di Romano, che dopo le segnalazioni dei vicini è intervenuta in una palazzina vicina la centro.

Due cinesi clandestine

A gestire la casa di appuntamenti sono state trovate due donne: L.Y., 48 anni e J.L., 51 anni, di nazionalità cinese, che dopo un controllo sono risultate essere clandestine sul territorio nazionale. Per questo motivo sono state denunciate per la violazione delle norme sull’immigrazione e accompagnate alla Questura di Bergamo per avviare le pratiche dell’espulsione dal territorio nazionale.

Indagini grazie alle segnalazioni

Gli agenti che hanno condotto l’operazione sono stati coordinati dal comandante Arcangelo di Nardo. “Tutto è partito con delle segnalazioni dei vicini che sono stati allarmati da un continuo afflusso di persone nell’appartamento, in orari svariati sia del giorno che della notte. – ha detto il comandante – Una volta entrati abbiamo verificato lo stato di clandestinità delle due donne e proceduto. Ora la situazione nella palazzina è tornata alla normalità”.

Leggi anche:  Idrocarburi nel Refosso a Mozzanica: "Indagini in corso"

TORNA ALLA HOME