Ieri pomeriggio, a Pontirolo Nuovo, i carabinieri hanno arrestato un ricercato albanese in seguito a un incidente stadale. Ritenuto pericoloso, il 25enne aveva a suo carico due provvedimenti di cattura.

L’incidente a Pontirolo

All’origine di tutto un incidente sulla strada statale 525. Nella collisione è rimasto coinvolto anche E.N., albanese di 25 anni, che si trovava alla guida di un’Audi A4. L’uomo ha cercato di fuggire a piedi ma è stato bloccato prima dai passanti e poi dai carabinieri.

L’arresto

Sulle prime, l’arrestato ha esibito un documento falso riportante generalità greche. I successivi accertamenti hanno tuttavia dimostrato che si trattava invece di un cittadino albanese, pluripregiudicato e clandestino sul territorio nazionale. Temporaneamente ricoverato in ospedale a Treviglio, gli inquirenti hanno preso le impronte digitali del fermato risalendo alla vera identità. Su di lui pendeva un ordine di carcerazione per reati contro il patrimonio, ma il 25enne aveva già evaso i domiciliari, dedicandosi ad attività come il furto e la rapina.

La refurtiva

Il ricercato albanese aveva con sé guanti, torce, giravite, pinze, coltelli, taglierini, ricetrasmittenti, flessibili ed altri attrezzi ancora. Sul mezzo, risultato rubato a Osio Sotto lo scorso agosto, sono state inoltre recuperate diverse targhe che l’imputato applicava all’occorrenza per sfuggire ai controlli.

Leggi anche:  Il comandante dei carabinieri Papasodaro promosso a Maggiore

Cure e arresto

Dopo essere stato dimesso dall’ospedale, il 25enne è stato posto sotto custodia e tradotto in carcere a Bergamo. Oltre ai due provvedimenti di carcerazione, lo stesso è stato anche deferito alla Magistratura Bergamasca per ricettazione e possesso di grimaldelli e strumenti atti all’effrazione.

 

TORNA ALLA HOME