Si è costituito il pirata della strada che nel tardo pomeriggio di ieri, a Romano, in viale Piave all’intersezione con via Balilla, con la sua Volkswagen Polo aveva investito due uomini di origine pakistana che, provenienti dal centro storico, stavano attraversando la sede stradale sulle strisce pedonali all’altezza delle medie Rubini.

L’incidente e la fuga del pirata della strada

Il conducente dell’auto, dopo aver arrestato la marcia ed esser sceso per constatare l’accaduto, è risalito a bordo della vettura allontanandosi in direzione di via Balilla, mentre i due feriti venivano soccorsi da alcuni passanti che, nel contempo, allertavano il 112. Immediate le ricerche dell’auto pirata da parte delle pattuglie dell’Arma in servizio perlustrativo, allertate dell’accaduto dalla Centrale Operativa e nello specifico dal personale del Comando stazione carabinieri di Romano inviato sul posto per l’accertamento dell’accaduto.

I soccorsi

Il personale sanitario inviato in loco prestava le prime cure ai due uomini e contestualmente richiedendo l’intervento dell’elisoccorso che trasportava in codice giallo il 55enne pakistano M.C.F. presso l’ospedale Riuniti di Bergamo in quanto riscontrato affetto da trauma cranico con ferita lacero contusa ed emorragia cerebrale e per il quale tuttora permane la prognosi riservata. Il secondo investito, invece, K.Q. di 29 anni, veniva trasportato in codice verde al locale nosocomio a mezzo di ambulanza poiché riscontrato affetto da trauma al piede destro per arrotamento. A seguito dei rilievi del sinistro, il personale del Comando stazione carabinieri di Romano ha subito avviato i dovuti accertamenti finalizzati a rintracciare il conducente dell’autovettura datasi alla fuga anche mediante l’acquisizione delle immagini di videosorveglianza comunale il cui impianto è posto proprio tra la via Piave e via Balilla.

Leggi anche:  Sequestro dell'allevamento lager, Rolfi: "Mela marcia, l'agricoltura non è questo"

E’ un 27enne del posto

Nella stessa serata, alle 20.30 circa, M. Z., romanese di 27 anni, si è spontaneamente presentato presso il Comando Arma dove ha dichiarato essere il conducente dell’autovettura Volkswagen Polo datasi alla fuga a seguito dell’incidente stradale. A seguito degli accertamenti di rito è stato quindi deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria e contestualmente sottoposto a ritiro della patente di guida e sequestro del veicolo coinvolto nel sinistro stradale.

TORNA ALLA HOME