Non riescono a capacitarsi della perdita i parenti di Nicholas Danesi, 32enne di Urgnano, padre di due bambine piccole che ieri sera è morto in un tragico incidente a Capriolo.

Lo schianto

Doveva essere una gita come tante altre, ma ieri sera Nicholas, che stava tornando a casa con alcuni amici da Iseo, a casa non è mai tornato. Il conducente della vettura (una Volkswagen Golf),  H.H, un 37enne di cologno di nazionalità albanese, stava viaggiando a   velocità sostenuta  quando improvvisamente, perso il controllo dell’auto, ha invaso la corsia opposta della carreggiata, dove stava arrivando un’altra Volkswagen Golf. A raccontare la dinamica dell’incidente è stata, questa mattina, la coppia bresciana che ha assistito ai fatti, la cui vettura è stata urtata dalla Volkswagen guidata dal colognese. A bordo del mezzo, oltre a loro, c’erano una ragazza di 21 anni di Urgnano, S.V,  e  un altro urgnanese, Andrea Monzani, storico amico di Nicholas, il quale è rimasto ferito. Entrambi sono tuttora in prognosi riservata.

La famiglia

La famiglia di Nicholas è distrutta. Padre di due figlie, Marta di sei anni e Aurora di due, Nicholas lascia anche la compagna di una vita Nicole Valvassori di 24 anni,  da cui recentemente si era separato. “Sentivo Nicholas tutti i giorni per via delle bambine – ha raccontato Nicole – lui viveva per loro. Faceva di tutto per renderle felici. Ancora Marta e Aurora non sanno cosa sia successo. Questa mattina volevano vedere il loro papà. Mi hanno chiesto dove fosse. Io ho risposto loro che era a lavoro. Sarà dura d’ora in poi… ciò che più mi fa soffrire è che le mie due bambine cresceranno senza un padre che le ha amate tantissimo”.

Leggi anche:  Retata dei carabinieri sulle strade: quattro patenti ritirate

Chi era Nicholas

Nella vita Nicholas era un imbianchino libero professionista, lavoro che aveva appreso dal padre Battista, anche se i due lavoravano autonomamente. Nicholas era ben inserito nella comunità urgnanese, era conosciutissimo da tutti e in molti gli volevano bene. A luglio avrebbe dovuto compiere 33 anni. Era una persona molto solare e allegra, amava ridere e far ridere. In molti lo vedevano al parco giochi insieme alle sue bambine a giocare con loro, sempre sereno e felice.

Mercoledì probabilmente i funerali

La salma Nicholas si trova momentaneamente all’ospedale di Iseo, domattina ci sarà la chiusura della bara. A quel punto, l’urgnanese verrà portato in via Granatieri di Sardegna, dove fino a pochi mesi fa aveva vissuto con la compagna. Nicholas lascia così il padre Battista, l’ex compagna Nicole, le figlie Marta e Aurora e i suoi quattro fratelli: Cristina, Elvis, Marvin e il gemello Michael. La madre Ornella è morta tre anni fa, il 4 novembre del 2016, il giorno prima che nascesse Aurora. “Probabilmente i funerali si terranno mercoledì – ha concluso Nicole – al momento però non è ancora stata stabilita un’ora precisa né è confermato il giorno”.

TORNA ALLA HOME