Tensione questa sera, martedì 8 ottobre,  a Treviglio in via Anita Scotti, davanti alla nuova sede di Fratelli d’Italia. Dopo le scritte con insulti comparse ieri notte sulle saracinesche della sezione, intitolata a Pino Rauti,  stasera un gruppo di manifestanti antifascisti ha organizzato un piccolo presidio di fronte allo stabile, mentre all’interno si svolgeva una raccolta firme contro lo ius soli.  Sul posto anche diversi agenti di Polizia e dell’Arma.

La raccolta firme  e la contro-manifestazione

Stasera la nuova sede di Fratelli d’Italia Treviglio apriva per una raccolta firme contro lo ius soli e per organizzare la ripulitura delle saracinesche dopo il raid di ieri. Un’iniziativa che anticipa di qualche settimana la vera e propria inaugurazione dei locali, prevista per novembre. All’appuntamento si sono presentati però anche una ventina di contestatori che schierati nello slargo tra via Scotti e viale Ortigara hanno intonato cori e sfottò all’indirizzo dei presenti. I manifestanti hanno anche distribuito due volantini: uno a firma dell’Anpi, in cui accusa l’Amministrazione comunale di aver “autorizzato l’apertura” del circolo legato al “fascismo trevigliese” che “si raggruppa dietro il partito della camerata Giorgia Meloni”, scrivono. In un altro testo, invece, parlano di “speculatori immobiliari” impegnati nella guerra contro gli immigrati.

Leggi anche:  Manovre folli sulla ex Statale 11 dopo il raduno di auto-tuning VIDEO

La solidarietà dopo il vandalismo

Ospiti del circolo trevigliese, stasera, c’erano anche alcuni ragazzi di Gioventù nazionale, il movimento giovanile di FdI. Sono state diverse, oggi, le dichiarazioni pubbliche di solidarietà nei confronti di FdI dopo l’atto vandalico. Tra queste anche le parole di Erik Molteni, esponente, consigliere comunale ed ex segretario del Pd cittadino.

La manifestazione e la contro-manifestazione si sono svolte finora  con relativa calma, sotto gli occhi incuriositi di tanti trevigliesi che si affacciano alle finestre della zona. Sul posto un importante dispiegamento di Forze dell’ordine, per evitare che i toni degenerino.

Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edicola da venerdì 11 ottobre.

TORNA ALLA HOME