“Da poco i carabinieri e le forze dell’ordine hanno concluso un’operazione a Zingonia che ha portato al sequestro di un’officina abusiva, che operava in tre box, ora espropriati, e al fermo di dieci persone”. Lo fa sapere l’assessore a Politiche sociali, abitative e Disabilià della Regione Lombardia Stefano Bolognini.

“Ripristineremo la legalità”

L’ennesimo blitz a Zingonia, a pochi mesi dall’abbattimento delle torri, è scattato questa sera, martedì. “Zingonia si conferma un territorio difficile” spiega Bolognini “ma questo, anziché fermarci, spinge Regione Lombardia e gli altri enti coinvolti nel progetto di riqualificazione a mantenere ferma la volontà di proseguire. Lavoreremo fino in fondo, i cittadini ne possono stare certi, affinché questi centri tornino alla piena legalità”.

Confermate demolizioni tra gennaio e febbraio

“Le demolizioni prenderanno avvio tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio 2019” ha concluso Bolognini. Nel frattempo, come abbiamo condiviso al Comitato per l’ordine e la sicurezza di Bergamo, anche col ministro Matteo Salvini, le forze dell’ordine e tutte le persone operanti sul territorio continueranno a presidiarlo e a porre un’attenzione particolare a tutta l’area”.

Leggi anche:  Lancia piatti, bottiglie (e insulti) dalla finestra, fermato dai carabinieri FOTO

LEGGI ANCHE I RISULTATI DEL BLITZ DI IERI A ZINGONIA

TORNA ALLA HOME