Lo hanno trovato in possesso di oltre mezzo chilo di stupefacente e per questo lo hanno arrestato. L’operazione antidroga dei carabinieri della Tenenza di Zignonia è scattata ieri pomeriggio, in piazza Affari, a Verdellino.

Operazione antidroga a Piazza Affari

Nei guai un 24enne marocchino in Italia senza fissa dimora, nullafacente, trovato in possesso di circa  400 grammi di marijuana, 100 grammi di hashish suddiviso in due panetti, e 13 grammi circa di cocaina suddivisa in sei palline di plastica termosaldate pronte per essere
spacciate.

L’arresto è scaturito in seguito a mirata attività di Polizia Giudiziaria svolta in Piazza Affari di Verdellino, area notoriamente frequentata da soggetti extracomunitari dediti allo spaccio. Il blitz è scattato al termine di un prolungato servizio di osservazione nel corso del quale i
carabinieri hanno notato gli spostamenti e i traffici del marocchino, intento a spacciare stupefacente in piazza Affari. A quel punto i militari dell’Arma hanno deciso di intervenire e lo hanno fermato per poi procedere al controllo.

Leggi anche:  False fatture per 16 milioni: un “sistema criminale” bergamasco

La fuga e l’arresto

Alla vista dei militari, però, l’extracomunitario è fuggito a piedi tentando anche di disfarsi di uno zainetto che aveva con sé, ma è stato bloccato subito dopo.

Al termine dell’operazione oltre allo stupefacente, custodito all’interno dello zainetto, sono stati sequestrati anche 430 circa provento dell’attività di spaccio. Su disposizione del PM di turno, l’arrestato è stato quindi ristretto nelle camere di sicurezza della Compagnia di Treviglio, in attesa dell’udienza di convalida prevista per questa mattina davanti al Tribunale di Bergamo.

TORNA ALLA HOME