Cometici rubati: smantellata una banda italo-romena specializzata nei furti alla ditte di tutto il Cremasco. I carabinieri della Compagnia di Crema hanno messo in manette dieci persone.

Cosmetici rubati da una banda italo-romena

Un commando di dieci persone, specializzato nei furti nelle numerose ditte di cosmesi del Cremasco. Nei soli primi sei mesi del 2017 era riuscito a portarsi via merce per otto milioni di euro, sfondando i muri delle fabbriche e caricando i prodotti su mezzi pronti nei campi, che poi venivano rivenduti sul mercato nero. I carabinieri della Compagnia di Crema hanno dato il via alle indagini nel 2016 e poco fa, in una conferenza stampa, il maggiore Giancarlo Carraro ha dato notizia degli arresti. Una maxi operazione che ha smantellato un sodalizio divenuto un icubo per gli imprenditori del settore.

Operai infedeli basisti

“Si tratta di un sodalizio composto da tre italiani e di sette romeni, tra i 35 e i 50 anni, che di giorno lavoravano come operai e di notte, nel fine settimana, si guadagnava un secondo stipendio rubando cosmetici – ha spiegato il maggiore – Furti che ogni volta significavano per i titolari delle ditte la perdita di prodotti per 50-100-200mila euro. Soprattutto nuovi ritrovati, con un danno anche di immagine e di investimento sulla ricerca. Potevano contare su amici e familiari che lavoravano nelle aziende che poi depredavano: erano loro a dare le informazioni necessarie”

Leggi anche:  Al via lo SpinOff Film Festival 2018

Il blitz ieri notte

“Dopo averli identificati ieri notte in un blitz siamo riusciti a catturarli tutti e ad arrestarli – ha concluso il maggiore – quattro sono in carcere, sei ai domiciliari. Recuperata anche merce per mezzo milione di euro”.

Leggi di più su Cremascoweek venerdì in edicola.

TORNA ALLA HOME