E’ all’attenzione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti il problema, emerso in questi giorni in Lombardia, di passaggi a livello rimasti aperti durante il transito di treni. Tra gli episodi anche quello avvenuto al passaggio a livello di Capralba.

Sistemi in aggiornamento

Da subito il Ministero si è attivato per capire le cause e intervenire. Si tratta di passaggi a livello la cui tecnologia è in fase di ammodernamento, e per questo il Ministero ha dato immediatamente ulteriore impulso a Rfi di intervenire con tempismo. La società della rete ferroviaria è a lavoro e assicura tempi brevi per aggiornare i sistemi di funzionamento dei passaggi a livello, in modo da evitare altri episodi come quello avvenuto negli scorsi giorni a Capralba.

Rispettati gli standard di sicurezza

Il gestore dell’infrastruttura, su richiesta del Mit, ha chiarito che, nonostante la giustificata percezione di pericolo da parte della popolazione, sia nel caso del passaggio a livello di Capralba che per quello di Castelleone, non sono mai venuti meno gli standard di sicurezza. Si tratta infatti di passaggi a livello con tecnologie ormai obsolete, ma ben funzionanti: i treni transitano a una velocità così ridotta da portare, talvolta, alla riapertura delle sbarre in concomitanza con il passaggio del convoglio. Senza che questo però costituisca un pericolo reale né per i passeggeri né per gli automobilisti.

Leggi anche:  Cassano che degrado nell'area verde di fianco al canale scolmatore della Muzza VIDEO

TORNA ALLA HOME