Perquisizioni antidroga a Romano. I carabinieri sono all’opera in questo momento a cascina Barella, via dell’Albarotto.

Perquisizioni antidroga a Romano

Stamattina verso le 7 perquisizioni antidroga a Romano. I Carabinieri della Compagnia di Treviglio (BG) in forze, supportati da unità cinofile antidroga del Nucleo Cinofili di Orio al Serio,  hanno eseguito alcune perquisizioni antidroga su delega della Magistratura di Bergamo. I militari dell’Arma hanno in particolare controllato alcuni appartamenti siti in Cascina Bradella di via dell’Albarotto, un’area sensibile  sotto il profilo del traffico di sostanze stupefacenti.

Romano come Zingonia?

Diversi sono stati gli immobili ispezionati dagli investigatori dell’Arma, occupati quasi esclusivamente da soggetti extracomunitari, in prevalenza magrebini.
L’’operazione di Polizia Giudiziaria posta in essere si inserisce nelle attività di controllo straordinario del territorio come quelle già eseguite in precedenza a Zingonia di Ciserano. Il complesso di Cascina Bradella, con evidenti tratti di degrado urbano, nell’ultimo periodo era diventato uno dei punti di riferimento della criminalità diffusa nella Pianura Bergamasca per quanto riguarda il traffico di sostanze stupefacenti sul territorio.

Leggi anche:  Crollo Ponte Morandi Genova: tra le vittime funzionaria di Regione Lombardia

Il bilancio dell’operazione

E’ stato arrestato  un extracomunitario 38enne destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per spaccio continuato di sostanze stupefacenti. Sono state denunciate in stato di libertà due donne marocchine sempre per spaccio di droga, in particolare di cocaina. Sono stati infine rintracciati alcuni stranieri marocchini sprovvisti di permesso di soggiorno. Nei confronti di quest’ultimi, oltre al deferimento è inoltre scattata l’espulsione dal Territorio Nazionaletramite l’Ufficio Stranieri della Questura di Bergamo.