Provoca un incidente e poi scappa senza soccorrere un giovane ferito. Il conducente bresciano di una “Ford Focus Cmax” è ora indagato per lesioni e omissione di soccorso dopo che ieri, domenica 24 marzo 2019, ha provocato un incidente ed è scappato da Romano. A inchiodarlo sono state le telecamere. Ma anche alcuni amici in auto con lui rischiano grosso: avrebbero mentito nella ricostruzione dell’incidente di fronte ai carabinieri.

L’incidente davanti al Borgo

Ieri mattina all’altezza della rotonda del Centro commerciale il Borgo, una “Ford Focus C Max” non ha rispettato lo stop ed ha urtato contro una “Citroen C3” che usciva dalla rotonda per entrare in via Duca D’Aosta. Dopo l’urto però, il conducente della “Ford” ha proseguito la sua corsa a gran velocità pensando di far perdere le tracce di sé e senza accertarsi delle condizioni dell’altro automobilista.

I soccorsi a un giovane di Martinengo

Sul posto è arrivata la Polizia locale di Romano. L’investito, un residente di Martinengo, B.L., di 23 anni è stato portato al Pronto soccorso dell’Ospedale di Romano. Qui è stato medicato delle ferite riportate dopo essere stato urtato, con una prognosi di 20 giorni di guarigione.

Leggi anche:  Crisi Ruah, col taglio dell'accoglienza migranti a rischio 22 dipendenti

Le indagini tramite le telecamere

La Polizia locale è riuscita, grazie alle telecamere di sicurezza, ad identificare il proprietario dell’auto, M.E., 42 anni residente a Capriolo. Gli agenti si sono presentati alla residenza e hanno trovato l’auto con i danni derivati dall’incidente. Ora indagati con lui, ci sono anche altre persone che erano a bordo dell’auto al momento dell’incidente e che nel corso degli interrogatori hanno fornito versioni diverse e contrastanti.

Le persone indagate oltre al proprietario del veicolo – E.M., 42 anni di Capriolo – sono i passeggeri che erano a bordo: B.S. e L.G., entrambi di 48 anni e anche loro residenti a Capriolo. C’è anche M.M. 44 anni, di Palazzolo sull’Oglio, quest’ultimo indicato come probabile conducente. I reati di cui sono accusati vanno dalle lesioni stradali, all’omissione di soccorso fino al favoreggiamento.

TORNA ALLA HOME