Rapina in Posta a Covo: continua la caccia ai due ladri. Dopo la rapina, fruttata comunque solo poche centinaia di euro, i due sono fuggiti a bordo di un furgone.

Continuano le indagini

Stanno proseguendo in queste ore le indagini dei carabinieri per risalire all’identità e giungere all’arresto dei due uomini che ieri mattina, 18 novembre 2019 attorno alle 10, hanno rapinato l’ufficio postale covese, già oggetto di analoghi colpi in passato.

La nuova ricostruzione della dinamica

Dai primi risultati delle indagini dovrebbe essere stata chiarita la dinamica della rapina, che ha visto i due complici fuggire con un magro bottino, pari a poche centinaia di euro. Mentre uno dei due malviventi è rimasto fuori dall’ufficio postale a bordo di un furgone bianco, simile forse a un modello Ducato, l’altro complice, italiano, è entrato in Posta e ha minacciato clienti e operatori con un taser, facendosi consegnare i loro contanti. Il ladro, però, non ha aspettato sino alla riapertura della cassaforte, per la quale bisognava attendere almeno 15 minuti, ed è scappato con il complice con un magro bottino.

Leggi anche:  I carabinieri incontrano i cittadini a Mornico

Si cerca il furgone

In queste ore gli inquirenti stanno cercando di rintracciare il furgone utilizzato per la fuga. Non si sa ancora se il mezzo sia stato o meno rubato dai due rapinatori prima del colpo, e per capire ciò i carabinieri stanno valutando le ultime denunce di veicoli rubati.

TORNA ALLA HOME.