Ricetrasmittenti e arnesi da scasso, denunciati due rumeni. E’ il bilancio dell’attività di controllo dei carabinieri della Compagnia di Crema che ieri sera, a Vaiano, hanno fermato un furgone sospetto.

Furgone sospetto in zona industriale

Ad allertare i carabinieri della stazione di Bagnolo ci hanno pensato i residenti della zona industriale di Vaiano Cremasco che avevano notato la presenza di un furgone bianco che si aggirava per i capannoni delle ditte di cosmesi in modo sospetto. Intorno alle 22 i militari sono intervenuti e rintracciato il mezzo hanno controllato anche le due persone presenti all’interno del veicolo.

Ricetrasmittenti e utensili per rubare

Si tratta di due cittadini rumeni, senza fissa dimora, con precedenti penali per reati contro il patrimonio. Davanti al controllo dei carabinieri i due sono apparsi nervosi e infatti durante l’ispezione del mezzo sono stati rinvenuti diversi utensili (flessibili, cesoie, tenaglie, grimaldelli), oltre a delle ricetrasmittenti utilizzate per comunicare a distanza e segnalare l’eventuale presenza di Forze dell’ordine.

Denunciati due rumeni

I due sono stati, quindi, accompagnati in caserma e gli utensili sono stati sequestrati. Entrambi sono stati denunciati per possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso. Al termine delle formalità i due rumeni sono stati muniti di proposta di foglio di via obbligatorio dal Comune di Vaiano per tre anni, al fine di evitare che possano ritornare per commettere altri reati.

Leggi anche:  Si è spento Antonio Vinciguerra, ex dirigente della Polizia a Treviglio

L’operazione è andata a buon fine anche grazie alla collaborazione discreta dei residenti che hanno subito allertato il “112”.

TORNA ALLA HOME