Ricomincia a drogarsi, 40enne in prova ai Servizi sociali finisce in carcere.

Dai Servizi sociali al carcere

Ieri i carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno arrestato su provvedimento restrittivo della Magistratura di Sorveglianza di Brescia e portato in carcere un 40enne italiano di origini sarde, da tempo comunque abitante a Treviglio. L’uomo, dopo le recenti condanne per reati vari (contro la persona, il patrimonio e per la violazione della sorveglianza di pubblica sicurezza a cui era stato in precedenza sottoposto), aveva ottenuto l’affidamento in prova ai Servizi sociali proprio nella Pianura Bergamasca, anche in ragione dei suoi problemi di tossicodipendenza. Purtroppo, però, il 40enne, dopo un primo periodo di positivo inserimento, ha iniziato a violare le prescrizioni della misura alternativa al carcere concessagli dalla Magistratura, riprendendo in particolare a fare uso di droghe e rifiutando tra l’altro l’inserimento in una comunità di recupero.

Da tutto ciò ne è quindi derivata la revoca della precedente misura e l’emissione a suo carico di un ordine di carcerazione. L’uomo ora si trova quindi in via Gleno a Bergamo, dove sconterà quindi il suo residuo pena.

Leggi anche:  Arrestato per spaccio di droga, guidava senza patente ed assicurazione

TORNA ALLA HOME