Rissa all’Autogrill di Caravaggio. Camionisti ubriachi picchiano gli agenti della Stradale. In manette sono finiti due fratelli bielorussi.

Camionisti ubriachi picchiano gli agenti della Stradale

Siarhei Shaminka

Sono stati arrestati per una serie di reati. Dall’oltraggio alle lesioni a Pubblico ufficiale passando per le minacce nei confronti di due addetti della Brebemi. Protagonisti di questo episodio due fratelli camionisti provenienti dalla Bielorussia. Ma la cosa più grave è un’altra. E’ vero che erano fermi, ma i due camionisti erano completamente ubriachi. Per fermare Dzimitry e Siarhei Shaminka, rispettivamente 33 e 29 anni, ci sono volute le maniere forti. Due agenti sono finiti anche in ospedale.

L’aggressione

I due si trovavano all’area di servizio Adda sud da sabato. Avrebbero dovuto ripartire per un altro viaggio, ma domenica hanno perso completamente il controllo. Attorno al loro camion c’era di tutto: sacchetti, bottiglie e tanto altro. Quando due addetti alla viabilità si sono fermati per vedere

Dzimitry Shaminka

quello che stava succedendo, sono partite le minacce. A quel punto è stata necessario l’intervento di due agenti della Polizia Stradale di Chiari. Anche loro parecchio grossi. Ma non c’è stato nulla da fare. Il fratello più grande si è scagliato contro un poliziotto, mentre l’altro ha colpito con un calcio il secondo agente in faccia. Sul posto sono dovute intervenire altre due pattuglie, una da Montichiari e una da Seriate. Una volta al Comando di Chiari hanno perso il controllo e hanno iniziato a danneggiare la struttura. Anche a testate.

Leggi anche:  Elettrificazione Brebemi, ecco come la A35 potrebbe diventare la prima eHighway italiana VIDEO

Processo

L’arresto di entrambi è stato convalidato. Il giudice del Tribunale di Bergamo lunedì ha condannato i due fratelli a 6 mesi (ciascuno) di reclusione. Pena sospesa in quanto entrambi sono incensurati. L’operazione della Stradale è stata fondamentale per un altro motivo. Se i due, sotto l’effetto dell’alcol, si fossero messi alla guida, avrebbero potuto causare una strage sull’autostrada.