Fulvio Rota, originario di Brumano, si è spento a soli 69 anni, 50 dei quali passati a Rivolta tra la trattoria, che tutti conoscono come da “Ruset”, e i tanti animali che allevava con passione.

Fulvio Rota, allevatore e ristoratore

Era arrivato a Rivolta giovanissimo, con la moglie Rita, dopo una prima tappa a Spino, dove lavorava come agricoltore. Poi il trasloco e la decisione della consorte, che lavorava nell’azienda rivoltana Avisco, di aprire una trattoria. Preso il locale in via Cassano vecchia nel 1977, è cominciata l’avventura.

“Sono partiti da zero ma mio padre non ha mai abbandonato la passione per gli animali e ha continuato ad allevare le specie più strane – ha raccontato il figlio Claudio – Era un uomo testardo ma quanto a spirito e volontà era una spanna sopra tutti noi”.

Oggi alle 15 si sono celebrate le esequie nella basilica di Santa Maria e San Sigismondo.

Leggi di più su Cremascoweek in edicola venerdì 3 gennaio.

TORNA ALLA HOME