Brutta avventura per il ghisalbese padre Agostino Bergamaschi: alcuni ladri gli avrebbero sottratto del materiale informatico tra cui il cellulare. E dal suo numero, ignoti stanno inviando in queste ore richieste d’aiuto in suo nome. Tutte false.

Rubano il cellulare al missionario

Il furto di vario materiale è avvenuto in Mozambico, precisamente a Marracuene, dove il missionario della Sacra Famiglia originario di Ghisalba, ha la sua missione. Ad allertare di quanto è avvenuto sono stati i familiari, dopo aver ricevuto dal suo numero, diversi messaggi di aiuto, come se si trovasse in pericolo.

Richieste d’aiuto dal suo numero

Ad informare chi conosce Padre Bergamaschi è stata la sorella, Assunta. “Da qualche giorno mio fratello ci comunicava solo via email – ha detto – ad un certo punto però, dal suo numero di cellulare sono iniziati ad arrivarci messaggi. A diversi parenti venivano inviate richieste di aiuto firmate a suo nome. Queste persone staranno usando il suo cellulare ed un po’ alla volta contattano i numeri in rubrica”.

Leggi anche:  Sereni Orizzonti: "Il cantiere ghisalbese procede senza intoppi"

Non rispondere

“Nei messaggi è scritto ‘aiuto aiuto’ e che si trova in ferie in Costa d’Avorio – ha proseguito la sorella – firmato Bergamaschi Agostino. Ma non è vero niente. Lui è a Marracuene e sta benissimo. Ci ha detto che non ha alcun bisogno di aiuto”. Per questo la sua famiglia si è subito mobilitata ad informare quante più persone. “Ho informato i gruppi missionari e fatto circolare la notizia a Ghisalba – ha detto la sorella – per ora non è arrivata alcuna richiesta di soldi o un conto corrente su cui versare offerte. Ma ci siamo mobilitati subito prima che parta una vera e propria truffa”.

TORNA ALLA HOME