Scappano e poi aggrediscono i carabinieri, arrestati due marocchini a Calcio. E’ successo ieri pomeriggio, 3 luglio, nei pressi di un campo di grano adiacente al casello autostradale della Brebemi.

Scappano e aggrediscono i carabinieri

Giunti sul posto, dopo una segnalazione, i carabinieri della Stazione di Calcio hanno sorpreso tre giovani  extracomunitari intenti a confezionare qualcosa con una scatola bianca. I tre soggetti, alla vista degli uomini in divisa hanno tentato immediatamente la fuga. Uno di loro ha persino esploso un colpo di arma da fuoco contro i militari, rivelatosi poi fortunatamente essere un colpo a salve. Il giovane, dopo una breve colluttazione è stato bloccato. Mentre uno dei soggetti riusciva a far perdere le proprie tracce, l’altro magrebino tentava la fuga attraversando le due carreggiate della vicina arteria autostradale.

Inseguimento a piedi su Brebemi

Al suo inseguimento si è messo uno dei militari presenti che è riuscito a raggiungerlo e bloccarlo. Una volta bloccati i due giovani, entrambi pregiudicati di nazionalità marocchina, è scattato il sequestro nei loro confronti di materiale per il confezionamento di sostanze stupefacenti e della pistola scacciacani, completa di colpi, poco prima rivolta verso i carabinieri. I due giovani sono stati arrestati con
l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale. Uno dei due militari dell’Arma, nel corso dell’evento, è rimasto ferito con una prognosi di 15 giorni. Stamane la celebrazione dell’udienza di convalida con rito direttissima.

Leggi anche:  Tragedia nella notte tra Calcio e Covo: travolti sullo scooter da un'auto, c'è un morto

TORNA ALLA HOME