Da domenica sera non si avevano sue notizie. E’ stato ritrovato questa mattina, martedì 21 maggio 2019, nei campi. E’ grave, ma è ancora vivo.

Scomparso da due giorni

Da domenica sera non si avevano notizie di un 44enne egiziano residente a Gorgonzola. L’uomo era uscito dal lavoro e stava facendo ritorno a casa in bicicletta. Ma a casa non è mai arrivato.

Il ritrovamento

Questa mattina è stata notata la sua bicicletta in una roggia che costeggia il Naviglio, in territorio di Bellinzago. Lui era poco distante, ancora vivo. Immediatamente è scattata la chiamata ai soccorsi. Sul posto un’ambulanza dei Vos, l’elisoccorso, i carabinieri di Gorgonzola e la Polizia Locale di Bellinzago. L’uomo è stato soccorso sul posto, caricato sull’elicottero e portato a Niguarda in codice rosso.

E’ rimasto 35 ore in un fossato

Il 44enne, che vive da solo in città, domenica sera poco dopo le 22 stava tornando a casa in bicicletta dopo aver finito il turno di lavoro al centro commerciale La Corte Lombarda. Il giorno seguente, lunedì 20 maggio 2019, avrebbe dovuto riprendere servizio. Non vedendolo arrivare il suo capo ha allertato le Forze dell’ordine. I carabinieri della stazione di Gorgonzola lo hanno cercato a casa, ma nessuno ha risposto al citofono. Alcuni amici, connazionali dell’egiziano, l’hanno cercato e solo per miracolo stamattina, martedì 21 maggio 2019, hanno visto la ruota posteriore della sua bicicletta. L’uomo è rimasto nel fossato (fortunatamente privo di acqua) per circa 35 ore. I soccorritori l’hanno tirato fuori e adagiato sul vicino campo per prestargli le prime cure. Stando a quanto riferito dal gorgonzolese alle Forze dell’ordine, quando per un attimo ha ripreso i sensi, soffre di svenimenti e questa sarebbe la causa della caduta dalla bici nel fosso.

Leggi anche:  Commosso addio a Samanta Agazzi: "Grazie mamma, ti porterò per sempre nel mio cuore"

QUI tutte le foto

TORNA ALLA HOME