Sette anni. Tanto è durato l’incubo di una donna residente nella zona, perseguitata dall’ex marito che si è reso responsabile anche di atti di violenza fisica e psicologica. Ora è scattato il divieto di avvicinamento

Dalla separazione alla violenza

Per questo ieri i carabinieri di Treviglio hanno notificato a un 50enne italiano la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla ex coniuge, 38 anni. Atti gravi, avvenuti anche in presenza dei figli minori. Causa scatenante delle violenze, soprattutto nell’ultimo periodo, sarebbero i problemi di alcolismo dell’uomo. Gli episodi di violenza erano però cominciati già a partire dal 2012 e si sono accentuati ad inizio anno, dopo la separazione. Non accettando la fine della relazione, ha cominciato ad assillare la ormai ex moglie, anche con minacce. L’epilogo con il divieto di avvicinamento all’abitazione e ai luoghi frequentati dalla donna.

TORNA ALLA HOME