Si è spento ieri sera l’ex Dirigente del Commissariato di Treviglio Antonio Vinciguerra.

 Addio ad Antonio Vinciguerra

Ieri sera è deceduto a 54 anni nella sua Campania il dr. Antonio Vinciguerra, vice questore della Polizia di Stato. Vinciguerra era attualmente ai vertici della D.I.G.O.S. di Napoli, ma tra il 2002 e il 2004  era stato dirigente del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Treviglio dove all’inizio della carriera si era distinto per impegno, professionalità e doti umane. Con il commissariato trevigliese Vinciguerra aveva sempre mantenuto i contatti anche dopo il trasferimento.

antonio vinciguerra

L’ultima impresa

Colpito negli ultimi mesi da un brutto male, ha lottato come un leone fino all’ultimo soffio di vita, recandosi frequentemente anche a Milano per tentare tutte le cure disponibili. E’ stata la sua ultima impresa e la più difficile: distruggere il tumore che lo aveva colpito alla testa. E proprio in questa impresa non è riuscito Vinciguerra, che lascia una moglie e due figli.

Gli incontri con i vecchi colleghi

In varie occasioni si era anche fermato per incontrare nuovamente i colleghi del Commissariato della Bassa, commuovendo tutti.
Poliziotto esemplare dalla carriera specchiata, dopo gli anni di servizio alla direzione del Commissariato di Treviglio, era stato trasferito al Commissariato di Sorrento e poi al Commissariato di Ischia dove, nel mese di ottobre scorso, aveva coordinato i servizi per il vertice dei G7, per poi essere trasferito alla DIGOS di Napoli.

Leggi anche:  Tentò di stuprare una 80enne al cimitero, arrestato 77enne

Il cordoglio del Commissariato trevigliese

Alla moglie Silvana e ai figli Michele e Gabriele va l’abbraccio commosso dell’attuale Dirigente Angelo Lino Murtas e di tutto il personale del Commissariato, che con molto affetto hanno inviato un commosso messaggio ed una corona di fiori al funerale che si terrà oggi nella chiesa di Santa Lucia al Monte a Napoli.

Bandiere a mezz’asta

Al Suo vecchio Commissariato di Treviglio, dove viene ricordato per stile, abnegazione, passione e competenza, viene celebrato con le bandiere a mezz’asta in segno di lutto avendo onorato la divisa fino all’ultimo momento della sua vita, distinguendosi come servitore dello Stato a favore anche dei cittadini Trevigliesi.

TORNA ALLA HOME