Due paesi in lutto per la scomparsa di don Pierino Macchi (nella foto al centro). Il sacerdote, originario di Arzago, aveva 92 anni, ed era parroco emerito di Vidalengo. Si è spento, serenamente, stamattina, venerdì 29 novembre, alla Fondazione Ospedale Caimi di Vailate. Lunedì 2 dicembre le esequie funebri ad Arzago celebrate dal vescovo Antonio Napolioni.

Addio a don Pierino Macchi, aveva 92 anni

Si è spento all’alba di stamattina, venerdì, all’età di 92 anni don Pierino Macchi. La notizia è stata diffusa dalla Diocesi di Cremona. “È deceduto all’alba di venerdì 29 novembre, presso la Fondazione Ospedale Caimi di Vailate, don Pietro Macchi. Don Pierino – come da tutti era conosciuto – aveva 92 anni. L’anziano sacerdote, originario di Arzago d’Adda, si è spento serenamente ed è stato ritrovato con la corona del Rosario tra le mani. La camera ardente verrà allestita alla casa di riposo di Vailate. La mattina di lunedì 2 dicembre la salma sarà trasferita nella chiesa parrocchiale di Arzago, dove alle 10.30 vi saranno le esequie presiedute dal vescovo Antonio Napolioni. Seguirà la tumulazione nel locale cimitero.

Parroco emerito a Vidalengo e cittadino onorario

Don Pierino Macchi era nato ad Arzago il 24 agosto 1927.  Fu ordinato presbitero il 3 giugno 1950. Iniziò il suo ministero come vicario di Santa Maria in Campagna, nel comune bergamasco di Torre Pallavicina, dove rimase 13 anni. Nel 1963 fu nominato parroco di Isengo, nel soncinese. Pochi anni dopo, nel 1970, il trasferimento, sempre come parroco, a Vidalengo, dove rimase ben 37 anni, sino al congedo nel 2007. Due anni fa, in occasione dei suoi 90 anni, i fedeli di Vidalengo lo hanno voluto festeggiare per ringraziarlo e pregare insieme con una Messa solenne concelebrata con il suo degno successore, don Edoardo Nisoli, e con un rinfresco in oratorio preparato da tutta la comunità. Per il suo impegno, nel 2007, su richiesta dei parrocchiani il Consiglio comunale di Caravaggio gli conferì la cittadinanza onoraria. Ultimamente era ospitato presso la Fondazione Ospedale Caimi di Vailate.

Leggi anche:  Il 4 Novembre di Arzago, dedicato a Liliana Segre FOTO

Arzago gli conferì il Premio Pro loco 2013

Don Pierino, anche dopo essere andato il “pensione”, è sempre stato presente e attivo nella comunità di Arzago. Nel suo paese nativo aveva continuato il suo ministero, nella chiesa di San Lorenzo, affiancando per le liturgie il parroco don Enrico Strinasacchi. Con queste motivazioni il Consiglio direttivo dell’associazione arzaghese decise di assegnargli il premio «Pro loco 2013». Don Pierino Macchi, allora 86enne, ricevette la targa in argento dall’allora presidente dell’associazione, Peppino Rocchi, in occasione della giornata annuale della Pro loco di Arzago, nell’assemblea sociale che di tenne nella sala comunale “Padre Turoldo”.

TORNA ALLA HOME