Si rifiuta di pagare la merce e prende a pugni un commerciante. E’ accaduto ieri, martedì 30 ottobre 2019 nel primo pomeriggio, a Cassano d’Adda.

Si rifiuta di pagare la merce prende a pugni un commerciante

Nel pomeriggio di ieri, mercoledì 30 ottobre 2019, a Cassano d’Adda, i militari del Nucleo operativo radiomobile hanno arrestato in flagranza un trentaquattrenne liberiano, domiciliato nella località cassanese, per “rapina e lesioni personali”. L’uomo, dopo aver acquistato alcuni generi alimentari presso un minimarket, alla uscita si è rifiuto di pagare la merce, venendo richiamato dal titolare, un trentunenne pakistano. Successivamente, pur di non pagare i suoi beni, il cliente ha aggredito più volte con pugni al volto l’esercente. Questi ha cercato di inseguirlo, venendo nuovamente colpito dal rapinatore alla presenza di alcuni passanti che hanno quindi segnalato l’episodio al “112”.

L’arrivo dell’Arma

Grazie alle indicazioni sull’abbigliamento e sull’aspetto fisico, dopo alcuni minuti sul posto sono arrivate le pattuglie del Norm che sono riuscite a identificare il 34enne, rintracciandolo all’interno della propria abitazione. In mattinata, il trentaquattrenne è stato giudicato “per direttissima” presso il Tribunale di Milano, venendo sottoposto alla misura cautelare in carcere a San Vittore. L’infortunato, invece, trasportato presso l’ospedale di Melzo (Mi), è stato dimesso con 6 giorni di prognosi per i traumi riportati.

Leggi anche:  Aggressione a Pandino, soccorsa una 24enne SIRENE DI NOTTE

Clicca qui per tornare alla home page e leggere altre notizie del giorno.