La scuola primaria Merisi di Caravaggio è stata dichiarata inagibile per rischio crolli. Le lezioni sono sospese fino a lunedì e  475 ragazzi sono letteralmente senza scuola. Riprenderanno le lezioni “ospiti” di altri istituti della città.

Pericolo crolli a scuola, lezioni sospese

Clamoroso sviluppo  dopo il crollo di una piccola porzione di intonaco avvenuto  ieri in un corridoio dell’edificio. Stamattina, a scuola chiusa, i tecnici hanno eseguito alcuni rilievi e il risultato è stato pessimo. C’è una situazione di criticità diffusa. Nel frattempo il Codacons ha presentato un esposto alla Procura.

L’allarme e il trasferimento di quasi 500 alunni in altre scuole

A darne notizia il sindaco Claudio Bolandrini,  che ha anche annunciato che le lezioni riprenderanno solo lunedì  30, a orario ridotto, in aule messe a disposizione da altri istituti della città: le medie “Mastri Caravaggini”, il liceo “Galilei” e la Scuola per lavorare nell’Agroalimentare. Così il primo cittadino:

“Le indagini svolte nella giornata di oggi hanno evidenziato una situazione di criticità diffusa con il pericolo di ulteriori distacchi d’intonaco dai soffitti. Si rendono necessarie ulteriori verifiche tecniche alle quali seguiranno significativi interventi, indispensabili per garantire la sicurezza di alunni, insegnanti e collaboratori scolastici. La scuola primaria “M. Merisi” viene pertanto messa fuori servizio e quindi dichiarata momentaneamente inagibile per l’ordinaria attività didattica. Le lezioni sono sospese dal 25 al 27 settembre e riprenderanno lunedì 30 settembre, con orario ridotto dalle ore 8 alle ore 13, in aule della Scuola secondaria di primo grado “Mastri Caravaggini”, del Liceo “G. Galilei” e della Scuola per Lavorare nell’Agroalimentare (che si ringrazia per la disponibilità). Seguirà la comunicazione della dislocazione delle classi negli edifici che sono stati individuati.Certi della comprensione e condivisione dei provvedimenti che si sono resi necessari si ringrazia per la collaborazione”.

TORNA ALLA HOME