Oltre centottanta persone impiegate in una sola giornata di ricerche. Droni, cani, volontari arrivati anche da Spirano, perché finalmente si potesse dare una risposta ai familiari di Franco Boschi, che ormai da una settimana manca da casa dopo essere uscito a far funghi con un amico, a Dossena. Tutto inutile, purtroppo.

Franco Boschi, sospese le ricerche

Da ieri sera, sabato, le ricerche sono ufficialmente sospese dopo cinque giorni di sforzi importantissimi da parte del Soccorso alpino, della Protezione civile, Aib Val Brembana, Croce rossa,  Vigili del fuoco, Carabinieri e volontari di tante associazioni.

“Purtroppo anche la giornata di oggi non ha dato novità, né altri indizi utili per la ricerca. In serata, alla luce dell’importante lavoro svolto in questi giorni, è stato deciso di sospendere temporaneamente le operazioni, che riprenderanno subito se emergeranno informazioni utili o nuovi elementi per il ritrovamento dell’uomo” fa sapere il  Cnsas (Soccorso Alpino lombardo) un una nota.

Le raccomandazioni del Cnsas

“Con il rammarico di non essere riusciti a dare alla famiglia una conclusione diversa a questa tragedia, non possiamo far altro che interrogarci su quanto una semplice escursione, anche in luoghi non per forza impervi o estremi, possa trasformarsi in un intervento molto impegnativo. Nonostante la dedizione e le professionalità in campo, l’esito di queste ricerche non è mai scontato”, sottolinea Marco Astori, responsabile della VI Delegazione Cnsas

Leggi anche:  Ancora nessuna traccia di Francesco Boschi

“Da qui il consiglio di indossare indumenti con colori di facile individuazione, di avere sempre con sé sistemi di comunicazione con applicazioni che facilitino la localizzazione, oppure dei sistemi GPS. Quando diventa difficile capire esattamente la posizione di una persona che ha bisogno di aiuto, anche un infortunio banale, un piccolo malore o una perdita di orientamento possono trasformarsi in una tragedia”.

Franco come la bidella Maria

Franco era scomparso da Dossena domenica, mentre faceva funghi. Avrebbe dovuto incontrare un amico in serata, ma all’appuntamento l’anziano non si è mai presentato.  Una storia che ricorda da vicino, purtroppo, quella di Maria Pisoni, la ex bidella trevigliese sparita da Oltre il colle  il giorno di Pasqua del 2018.

TORNA ALLA HOME