Si erano introdotti nella chiesa parrocchiale di Camisano il 2 settembre scorso, ed erano stati sorpresi dal parroco mentre rubavano le offerte. Ora sono stati identificati e nei loro confronti è stato emesso un foglio di via dal paese.

La vicenda

Si erano introdotti nella chiesa parrocchiale di Camisano, dedicata a San Giovanni Battista, lo scorso 2 settembre attorno a mezzogiorno, e avevano approfittato dell’assenza di fedeli per avvicinarsi alle cassette delle offerte e cercare di rubarne il contenuto. Purtroppo per loro, però, il parroco è rientrato in chiesa, sorprendendoli mentre cercavano di forzare una delle cassette. Colti con le mani nel sacco, i due si erano dati alla fuga verso il parcheggio adiacente alla chiesa. Il prete, però, li aveva inseguiti e aveva prontamente allertato i carabinieri, fornendo elementi utili all’identificazione dei ladri.

Le indagini

Gli inquirenti hanno dunque verificato le immagini di alcune telecamere poste nella via principale del paese, riuscendo a scorgere le fattezze dei due malviventi e a identificare la targa del mezzo con il quale si erano allontanati. Il veicolo, un’utilitaria Fiat, risultava di proprietà di una donna residente in provincia di Lecco. I successivi accertamenti hanno portato le forze dell’ordine a capire che il veicolo era in uso al marito della donna, già controllato in altre circostanze in compagnia di un soggetto gravato da precedenti penali per reati contro il patrimonio. Si è così potuto identificare i due quali responsabili del tentato furto.

Leggi anche:  Coppia di sessantenni fermata per taccheggio. Sorpresa: lui è un ricercato in Germania

L’epilogo

Accertata l’identità dei due, si procederà a breve a notificare la proposta di un foglio di via obbligatorio dal paese di Camisano per tre anni, evitando così che i due delinquenti ritornino a commettere altri illeciti. Gli inquirenti stanno inoltre conducendo altri accertamenti per verificare se i due abbiano commesso altri furti in altre chiese della zona.