Tentato furto in ditta. Condannato ai domiciliari un bulgaro residente nella Bassa.

Tentato furto: la condanna definitiva

Diventa definitiva la condanna per tentato furto in ditta commesso nella provincia di Monza-Brianza la scorsa primavera. I carabinieri della stazione di Capriate San Gervasio hanno notificato l’ordine di esecuzione e ristretto ai domiciliari un bulgaro di 49 anni. Da tempo l’uomo è residente nella Bassa bergamasca.

Il furto nella provincia di Monza-Brianza

In particolare, è divenuta definitiva la condanna per tentato furto aggravato e resistenza a Pubblico Ufficiale che lo straniero dovrà espiare ai domiciliari nel Comune di Capriate San Gervasio. Il 48enne, ha alle spalle già altri precedenti penali anche per reati specifici. Ora dovrà scontare un residuo pena di circa 3 mesi e mezzo di reclusione. Oltre a ciò dovrà pagare una multa di alcune centinaia di euro, per un tentato furto in ditta avvenuto la primavera scorsa nella vicina provincia di Monza-Brianza. Sorpreso dai militari seguì poi una resistenza a Pubblico Ufficiale nei confronti dei carabinieri all’epoca dei fatti intervenuti sul posto.

Leggi anche:  Tenta di togliersi la vita, 36enne grave in ospedale

Autorizzato ad allontanarsi per lavoro

Nella giornata di ieri, sabato, i militari dell’Arma si sono appunto presentati a casa dell’uomo e così dato esecuzione al provvedimento restrittivo dell’Ufficio Esecuzioni Penali della Magistratura di Monza. L’uomo avrà la possibilità e l’autorizzazione comunque di assentarsi da casa in alcune fasce orarie della giornata per motivi di lavoro.