Tentato furto in un negozio di elettronica questa notte a Treviglio. L’intervento dei carabinieri ha permesso di recuperare oltre 115 smartphone, arrestati i due ladri.

Tentato furto in un negozio di elettronica

La notte scorsa, i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Treviglio e i colleghi della locale Stazione, hanno arrestato due cittadini rumeni, P.P. di 34 anni e P.M. di 24, entrambi in Italia senza fissa dimora e con precedenti di polizia, sorpresi dall’intervento dei militari mentre assieme ad altri tre stavano svaligiando il negozio di una nota catena di elettronica. Erano appena trascorse le 2:00, quando è arrivata la richiesta d’intervento alla centrale dei Carabinieri, che si sono subito precipitati sul posto segnalato da un residente della zona che aveva udito un fragore sospetto e affacciandosi alla finestra aveva visto i malviventi che con l’ausilio di un flessibile ed una leva in ferro
stavano forzando la saracinesca posteriore del negozio. I cinque hanno avuto il tempo di entrar dentro l’esercizio, arraffare ben 115 smartphone ed uscir fuori, prima di ritrovarsi lì due carabinieri pronti ad aspettarli.

Leggi anche:  "Fast and furious" sulla ex Statale 11, Bolandrini: "Raduno mai autorizzato, perseguiremo i responsabili"

Due arresti

In tre sono riusciti a dileguarsi attraverso il campo presente dietro all’edificio, mentre gli altri due sono stati subito acciuffati. Nel mentre è sopraggiunto un secondo equipaggio di militari che ripercorrendo la via di fuga dei ladri ha rinvenuto un borsone con all’interno i cellulari, il cui valore commerciale si aggira intorno alle 115 mila euro. È stata ritrovata e sequestrata anche l’auto che i ladri hanno utilizzato per il furto.
I 115 smartphone, recuperati, sono stati restituiti al titolare del negozio, mentre i due fermati sono finiti in manette, in attesa di essere condotti davanti al GIP di Bergamo per la convalida dell’arresto.

TORNA ALLA HOME