Villa Orchidea, la casa albergo di Badalasco finita nella bufera in seguito  un’ispezione di Nas e Ats, ha chiesto la seconda proroga.

Villa Orchidea chiede tempo

La prima proroga scade domani e in queste ore i legali della struttura e del Comune di Fara sono al lavoro per giungere a un accordo per la sistemazione degli anziani che ancora si trovano nella casa albergo.

“Abbiamo chiesto la proroga ma ancora non è stato pattuito di quanti giorni sarà – ha fatto sapere la proprietà – quel che è certo è che da una parte il Comune dice di volerci venire incontro ma dall’altra l’assitente sociale continua a vessare i parenti degli ospiti prospettandogli l’imminente chiusura. Non è così”.

“L’assitente sociale fa il suo lavoro”

Il sindaco Armando Pecis difende l’assistente sociale che ha contattato i parenti e i Comuni di residenza degli ospiti per sollecitare il trasferimento.

“Fa quello che deve – ha detto – In base ai verbali dei tecnici gli anziani non possono stare lì. Remiamo tutti dalla stessa parte, quella degli ospiti”

Leggi anche:  Incidente sul lavoro, ferito 50enne all'alba SIRENE DI NOTTE

Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edicola venerdì.

TORNA ALLA HOME