La Cassazione ha confermato la condanna a due anni di reclusione per l’ex notaio trevigliese Raffaele Catri.

Palpeggiò una delle impiegate

Il professionista, oggi in pensione, era accusato di aver palpeggiato una delle sue impiegate. Assolto in primo grado a Bergamo, la Corte d’Appello aveva poi ribaltato la sentenza. Un giudizio ora confermato anche dalla Corte Suprema di Roma.

Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edicola.

TORNA ALLA HOME