Volevano incassare la vincita del Gratta e vinci, ma era rubato: due denunce per ricettazione. In casa, i carabinieri, hanno trovato centinaia di biglietti provenienti da tabaccherie derubate.

Fermati a Offanengo

E’ successo ieri, 23 luglio. Intorno alle 7.20 i carabinieri della stazione di Romanengo insieme al Norm della Compagnia di Crema hanno fermato, all’interno di un locale di Offanengo, un 28enne e una 20enne entrambi marocchini mentre cercavano di riscuotere la vincita di alcuni biglietti del Gratta e vinci che, da successivi accertamenti, sono risultati rubati la notte scorsa nella tabaccheria Fumo e profumo di Soresina.

Gratta e vinci rubati

I carabinieri hanno proseguito alla perquisizione domiciliare dove sono stati rinvenuti altri 350 biglietti Gratta e vinci e altri 700 tagliandi la cui provenienza è in fase di accertamento. Di certo, tra quelli, ci sono anche quelli rubati la notte del 5 luglio scorso all’interno del bar “51” di via IV novembre a Crema.

Le indagini sono tuttora in corso e l’autorità giudiziaria è stata informata. I due, B.M., 28 anni marocchino disoccupato residente a Crema e K.C., 20 anni disoccupata di Soresina, già censurati sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cremona per ricettazione in concorso.

Leggi anche:  Addio a Emanuele Severino, il saluto di Bolandrini

TORNA ALLA HOME