Non accenna ad allentare la “morsa” dei Carabinieri della Compagnia di Treviglio nell’area sensibile di Zingonia. Una porzione di territorio sensibile sotto il profilo dell’ordine e della sicurezza pubblica compresa nella competenza areale di cinque comuni: Osio Sotto, Ciserano, Verdellino, Boltiere e Verdello. Oltre alle maxi operazioni antidroga dei militari dell’Arma ai “Palazzoni” di Ciserano  o alle “Torri” di Verdellino, che da due anni circa si susseguono costantemente, i Carabinieri hanno nell’ultimo anno hanno altresì intensificato notevolmente le attività diuturne di controllo del territorio, il tutto soprattutto nelle aree più a rischio, come appunto le Stazioni Ferroviarie e le Piazze cittadine, centrali ma anche periferiche, il tutto anche mediante l’impiego funzionale della Stazione Mobile. Aumentati, anche, i controlli agli esercizi pubblici e commerciali di “Zingonia”, soprattutto quelli etnici, a seguito dei quali in diversi casi sono scattate chiusure di attività oppure sospensioni temporanee.

Zingonia raffica di controlli nelle ultime 72 ore

Nelle ultime 72 ore ecco alcuni risultati operativi raccolti in particolare dalla Stazione Carabinieri di Zingonia (per cui è in corso un progetto di elevazione a Tenenza) presidio in prima linea dello Stato sul territorio:

· a Ciserano: è stato arrestato e sottoposto a detenzione domiciliare un marocchino 37enne colpito da un provvedimento di restrizione emesso a suo carico dal Tribunale di Sorveglianza di Reggio Calabria per reati in materia di sostanze stupefacenti; lo straniero dovrà scontare quattro mesi di reclusione;

Leggi anche:  Crollo Ponte Morandi Genova: tra le vittime funzionaria di Regione Lombardia

· a Verdellino: è stato denunciato a piede libero un marocchino 25enne, regolare sul territorio nazionale, controllato all’interno di un Bar e trovato in possesso di un coltello di circa 20 cm e di un bastone di oltre mezzo metro; lo straniero è stato deferito per porto illegale di arma bianca e di strumento atto all’offesa;

· a Ciserano: denunciati a piede libero per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti due magrebini ultraventenni trovati complessivamente in possesso di circa mezzo etto di hashish;

· a Verdellino: liberato un appartamento occupato abusivamente e denunciato a piede libero il relativo occupante, uno straniero, per invasione di edifici;

· a Boltiere, Osio Sotto, Ciserano, Verdellino e Verdello: rintracciati e denunciati a piede libero complessivamente dieci stranieri clandestini sul territorio nazionale (nazionalità marocchina, tunisina e sudamericana), nei confronti dei quali, oltre al reato di clandestinità, è stata altresì avviata la relativa procedura di espulsione dal territorio nazionale mediante l’Ufficio Stranieri della Questura di Bergamo.

Sono state poi denunciate sempre nell’area di “Zingonia” anche tre persone per ubriachezza molesta, nonché comminate tre sanzioni amministrative pecuniarie nei confronti di soggetti che hanno violato l’ordinanza sindacale antiprostituzione (persone controllate mentre stavano concordando una prestazione con soggetti dediti al meretricio su strada), per un importo complessivo di 1.500 euro.