Cinque “stelle ninja” per uno spettacolare regolamento di conti tra bande di spacciatori. Ma i carabinieri mandano a monte il piano di due ragazzi a Zingonia.

Blitz dei carabinieri

Stamattina i carabinieri della Stazione di Zingonia hanno effettuato un nuovo blitz in piazza Affari a Verdellino e hanno sequestrato alcune armi improprie a due giovani marocchini di 25 e 24 anni. Nascosti in un tombino nei pressi di dove i due sono stati notati in atteggiamento sospetto, è stato recuperato infatti un sacco con all’interno alcuni capi di abbigliamento del 24enne e una pistola giocattolo priva di tappo rosso.

Armi bianche: spuntano gli shuriken

C’era poi un coltello della lunghezza di oltre 20 centimetri, nonché cinque stelle metalliche con punte acuminate (gli shuriken, armi bianche rese famose dai film di arti marziali), di cui una con un diametro di ben 10 centimetri.
I due stranieri sono stati quindi denunciati a piede libero alla Procura di Bergamo per la posizione di irregolarità sul territorio nazionale ed è stata avviata la procedura di espulsione dal territorio nazionale.

Leggi anche:  Regione Lombardia risarcisce Beppino Englaro, papà di Eluana

Forse un regolamento di conti

Il 24enne è stato inoltre denunciato per possesso e porto illegale di armi improprie, e queste ultime ovviamente sequestrate. Approfondimenti sono in corso per capire a cosa servissero le armi: probabilmente, avrebbero dovuto essere utilizzate nel contesto di una serie di regolamenti di conti tra bande rivali per il controllo dello spaccio.