Artisti in mostra per una collettiva di arte moderna a Ghisalba, organizzata dalla Pro Loco di Ghisalba e “Dimensione Arte”. Obiettivo della Pro Loco, arrivare al prossimo anno con un grande evento dedicato all’arte.

Artisti in mostra nel weekend

Tra ieri e oggi, quattro artisti del territorio hanno esposto le loro opere al centro culturale San Vincenzo. Sono stati Emilio Gualandris, Cristina Innocenti, Petruska Merisio e Francesco Trabattoni. Il prossimo weekend invece verranno ospitate le esposizioni di artisti ghisalbesi.

Bilancio positivo per Pro Loco

“Questa è la seconda mostra che facciamo nel 2019 – ha detto il presidente Pierangelo Martinelli – Vogliamo arrivare l’anno prossimo a realizzare un mese intero dedicato all’arte, dalla pittura alla scultura, e che sarà aperto a tutti gli artisti. Questo è l’obiettivo in questo settore. Abbiamo iniziato anche a organizzare delle visite guidate che sono state molto apprezzate e richieste dai cittadini. Il 31 gennaio, ad esempio, saremo al Cenacolo. Come primo anno di attività della Pro Loco abbiamo fatto molto, e concluderemo l’anno con la casa di Babbo Natale che resterà aperta per 15 giorni”.

Gli artisti Merisio e Trabattoni

Petruska Merisio è un’artista dell’inconscio, capace di captarne le frequenze, declinando sensazioni ed emozioni nella sua raffinata espressione informale. Sulle sue tele, linee curve e spirali si intersecano, in movimenti talmente fluidi da sembrare liquidi. Il suo ultimo progetto consiste nella rappresentazione della profonda psicologia che anima “Alice nel paese delle meraviglie”. Francesco Trabattoni è un artista milanese e professore del liceo artistico di Treviglio. Nelle sue opere ciò che emerge è la materia, nella sua essenziale povertà e nel suo profondo silenzio.

Leggi anche:  Rassegna musicale d'autunno porta il romanticismo con voce e chitarra

Gualandris e Innocenti

Emilio Gualandris è un pittore autodidatta ed insegna a corsi di pittura per bambini e adulti. Nelle sue opere la figura è sempre iperrealista, in simbiosi con una parte più informale ed istintiva, che fanno da contrappunto ad una parte più antica realizzata con materiali di recupero. Cristina Innocenti, ex allieva di Gualandris, ha un forte legame con la natura e gli animali, che sono i suoi soggetti preferiti, rappresentati con il genere iperrealista ad acquerello. Grande attenzione è posta nello sguardo degli animali, specchio dell’anima che vuole valorizzare, rendendoli vivi e che trasmettano emozioni.

TORNA ALLA HOME