C’è anche Bergamo tra le 66 “città creative” dell’Unesco.  Importantissimo riconoscimento per la città dei Mille, insignita  del titolo poco fa a Parigi nella categoria “gastronomia”. L’unica altra città premiata è Biella.

Bergamo città creativa

L’annuncio è di pochi minuti fa ed è del direttore generale Audrey Azoulay. Bergamo è stata premiata per la categoria “gastronomia”. Le città creative sono riconosciute come “laboratori di idee e pratiche innovative”, capaci di costruire “un contributo tangibile al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile attraverso pensieri e azioni innovativi”.

“Ovunque nel mondo, queste città, ciascuna a suo modo, fanno della cultura il pilastro, non un accessorio, della loro strategia – spiega Azoulay – Ciò favorisce l’innovazione politica e sociale, ed è particolarmente importante per le giovani generazioni”.

Le città creative dell’Unesco

Le città creative dell’Unesco sono  diventate 246. “I membri del network provengono da tutti i continenti e regioni con diversi livelli di reddito e popolazione – spiega l’Unesco – Lavorano insieme verso una missione comune: mettere la creatività e l’economia creativa al cuore dei loro piani di sviluppo urbano per rendere le città più resilienti, inclusive e sostenibili, in linea con l’agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile”. Le altre città italiane “creative” sono Bologna (musica), Fabriano (artigianato e arte popolare), Roma (cinema), Parma (gastronomia), Torino (design), Milano (letteratura), Pesaro (musica), Carrara (artigianato e arte popolare) e Alba (gastronomia).

Grazie ai formaggi

Bergamo è stata premiata per la categoria “gastronomia”, mentre Biella per “artigianato e arti popolari”. In particolare Bergamo era stata candidata per il settore caseario.  “In Italia esistono 50 dop per quello che riguarda la produzione casearia, a Bergamo ve ne sono ben 9 (Formai de Mut, Taleggio, Bitto, Grana Padano, Gorgonzola, Quartirolo Lombardo, Provolone Valpadana, Salva Cremasco, Strachitunt): nessuna provincia italiana, ma anche europea, può vantare un simile primato” aveva spiegato il sindaco Giorgio Gori presentando la candidatura un anno fa. “Il tema da cui parte tutto il percorso di candidatura è quello del formaggio. Nessuna città o provincia in Italia e in Europa vanta un patrimonio così ricco per quello che riguarda la produzione casearia” aveva spiega in una nota il Comune. “Sono molto contento è orgoglioso di questo primo traguardo raggiunto — dichiara il Sindaco di Bergamo Giorgio Gori — Il Comune di Bergamo lavora da anni perché la città sappia proporsi per quel gioiello che è in ambito nazionale e internazionale anche attraverso le produzioni agroalimentari.

Leggi anche:  Montagna last minute, la vacanza si sceglie così

Le altre 66 città premiate oggi

  • Afyonkarahisar (Turkey) – Gastronomy
  • Ambon (Indonesia) – Music
  • Angoulême (France) – Literature
  • Areguá (Paraguay) – Crafts and Folk Art
  • Arequipa (Peru) – Gastronomy
  • Asahikawa (Japan) – Design
  • Ayacucho (Peru) – Crafts and Folk Art
  • Baku (Azerbaijan) – Design
  • Ballarat (Australia) – Crafts and Folk Art
  • Bandar Abbas (Iran) – Crafts and Folk Art
  • Bangkok (Thailand) – Design
  • Beirut (Lebanon) – Literature
  • Belo Horizonte (Brazil) – Gastronomy
  • Bendigo (Australia) – Gastronomy
  • Bergamo (Italy) – Gastronomy
  • Biella (Italy) – Crafts and Folk Art
  • Caldas da Rainha (Portugal) – Crafts and Folk Art
  • Cebu City (Philippines) – Design
  • Essaouira (Morocco) – Music
  • Exeter (United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland) – Literature
  • Fortaleza (Brazil) – Design
  • Hanoi (Vietnam) – Design
  • Havana (Cuba) – Music
  • Hyderabad (India) – Gastronomy
  • Jinju (Republic of Korea) – Crafts and Folk Art
  • Kargopol (Russian Federation) – Crafts and Folk Art
  • Karlsruhe (Germany) – Media Arts
  • Kazan (Russian Federation) – Music
  • Kırşehir (Turkey) – Music
  • Kuhmo (Finland) – Literature
  • Lahore (Pakistan) – Literature
  • Leeuwarden (Netherlands) – Literature
  • Leiria (Portugal) – Music
  • Lliria (Spain) – Music
  • Mérida (Mexico) – Gastronomy
  • Metz (France) – Music
  • Muharraq (Bahrain) – Design
  • Mumbai (India) – Film
  • Nanjing (China) – Literature
  • Odessa (Ukraine) – Literature
  • Overstrand Hermanus (South Africa) – Gastronomy
  • Port of Spain (Trinidad and Tobago) – Music
  • Portoviejo (Ecuador) – Gastronomy
  • Potsdam (Germany) – Film
  • Querétaro (Mexico) – Design
  • Ramallah (Palestine) – Music
  • San José (Costa Rica) – Design
  • Sanandaj (Iran [Islamic Republic of]) – Music
  • Santiago de Cali (Colombia) – Media Arts
  • Santo Domingo (Dominican Republic) – Music
  • Sarajevo (Bosnia and Herzegovina) – Film
  • Sharjah (United Arab Emirates) – Crafts and Folk Art
  • Slemani (Iraq) – Literature
  • Sukhothai (Thailand) – Crafts and Folk Art
  • Trinidad (Cuba) – Crafts and Folk Art
  • Valladolid (Spain) – Film
  • Valledupar (Colombia) – Music
  • Valparaíso (Chile) – Music
  • Veszprém (Hungary) – Music
  • Viborg (Denmark) – Media Arts
  • Viljandi (Estonia) – Crafts and Folk Art
  • Vranje (Serbia) – Music
  • Wellington (New Zealand) – Film
  • Wonju (Republic of Korea) – Literature
  • Wrocław (Poland) – Literature
  • Yangzhou (China) – Gastronomy

TORNA ALLA HOME