Chi ha detto che il “vero” sì sia solo quello in abito bianco, con il banchetto al ristorante e il lancio del bouquet? A Brignano in love, la Fiera degli Sposi che si terrà il 24 febbraio dalle 10 alle 19 a Palazzo Visconti, quest’anno gli organizzatori hanno dedicato uno stand anche al rito matrimoniale islamico. Un “tributo” all’integrazione e alla società multietnica che è ormai realtà, e da tempo, anche nei piccoli paesi di provincia.

La terza edizione di Brignano in love

Ad annunciarlo, stamani, sono stati gli organizzatori dell’evento: il Consorzio Famiglie e Accoglienza, in collaborazione con la wedding planner Erica Bocchi. L’evento ha il patrocinio del Comune di Brignano.
La manifestazione, giunta ormai alla sua terza edizione, è in costante crescita. Venti gli stand attesi, tra i quali appunto quello dedicato ai matrimoni nei paesi del Medio Oriente e del Maghreb. Non solo. I ragazzi della coop Fili intrecciati presenteranno le loro bomboniere, richiestissime proprio dopo le precedenti edizioni della fiera degli sposi brignanese.

Teatro e fotografia

Tra le sorprese più attese anche un intervento teatrale della compagnia brignanese Atipicateatrale, che animerà la giornata con un’improvvisazione sul tema, e un contest fotografico

Leggi anche:  "Quei dossi vanno rimossi", ma la mozione non passa
brignano in love
Da sinistra: Sabrina Centemero di Atipicateatrale, il sindaco Beatrice Bolandrini, Vanda Sangalli e Maria Cadeo di Fili intrecciati Fa, la wedding planner Erika Bocchi.

 

TORNA ALLA HOME