Il gruppo Alpini di Cavernago ha celebrato la Festa della Repubblica con il concerto “Dalla fine della guerra, alla nascita dell’Ana”, ideato da Francesco Brighenti.

Concerto degli Alpini per la Repubblica

Domenica è stato un momento di riflessione e di bellezza per il pubblico che in oratorio ha assistito e partecipato al concerto “Dalla fine della guerra, alla nascita dell’Ana”. Si tratta di un progetto ideato da Brighenti, ed interpretato dal coro “Amici del canto alpino” diretto dal maestro Mario Borali e Gabriella Colleoni, il coro della Valcavallina diretto dal maestro Mario Valceschini, il duo pianistico Nicoletta e Angela Feola con le voci narranti di Alfredo Fracassetti e lo stesso Brighenti.

La nascita dell’associazione Alpini

Soddisfatto il capogruppo alpini di Cavernago, Giancarlo Togni, che ha molto creduto in questo eventi. “Siamo orgogliosi di essere tra i primi ad aver presentato questo spettacolo – ha detto – che ho voluto portare avanti. Il concerto ha descritto la nostra storia, dalla nascita degli alpini in congedo. Una volta deposte le armi, le penne nere hanno dato il loro aiuto in tutta Italia nelle catastrofi come per la diga del Vajont, il terremoto del Friuli o l’esondazione a Treviso”.

Leggi anche:  Incidenti e malori nella Bassa SIRENE DI NOTTE

Tornare a cantare

“È stato uno spettacolo molto bello – ha proseguito – alla quale la gente ha risposto con entusiasmo riuscendo anche a farla cantare. Il nostro obiettivo era proprio coinvolgere le persone e farle cantare, cosa che ad oggi non succede più”. Il ricavato del concerto è stato destinato in beneficenza per i progetti della parrocchia.

TORNA ALLA HOME