Sabato e domenica si è tenuta a Cologno al Serio una mostra fotografica dal titolo “La rosa nera: vissuti sull’ansia”, della fotografa Chiara Guarneri.

Disturbi d’ansia in un click

L’esposizione è stata organizzata dal Comune di Cologno, assessorato alla Cultura, in collaborazione con l’associazione “Famiglie InForma”, a cura della fotografa Chiara Guarneri. E proprio Chiara, 21 anni, di Isso, ha messo su pellicola i suoi vissuti d’ansia e la sua storia per uscire da quella gabbia che ti paralizza e non ti lascia respirare, per ritrovare la gioia di una vita a colori.

L’importanza di sensibilizzare

All’inaugurazione di sabato era presente anche la dottoressa Michela Corti, che ha accompagnato Chiara nel suo percorso di guarigione. “Questo è un progetto che ho realizzato per sensibilizzare le persone sui disturbi d’ansia – ha detto Chiara – provando a mettere su foto tutti i mali che io sentivo. Ad oggi c’è ancora molta gente che ha paura a rivelare questo e non ne parla. Oppure c’è chi la sottovaluta. L’ansia, di per sé, non è negativa, ma lo diventa se sfocia in una patologia e il tuo corpo non ce la fa più. Quello è il momento di chiedere aiuto. Alla presentazione molte persone si sono commosse, altre si sono fermate a parlare e raccontare della loro sofferenza. Con questa mostra mi auguro di poter arrivare ad un maggior numero di persone, continuando a parlarne e proseguendo in questo progetto di sensibilizzazione”.

Leggi anche:  Montagna last minute, la vacanza si sceglie così

Emozioni e sentimenti di un percorso

Grazie alla sua passione per la fotografia, Chiara ha così trovato un mezzo per esternare le proprie emozioni. “Ho scelto la rosa nera come simbolo dei problemi d’ansia – ha proseguito – Le foto rappresentano i sentimenti e le emozioni che ho provato nel mio percorso che termina con la rosa rossa. Essa è sinonimo di liberazione, quando ho preso consapevolezza della mia storia, da dove deriva il sintomo, chi sono e cosa voglio. Nelle foto ho voluto una modella che avesse provato sulla propria pelle questi vissuti, altrimenti sarebbe stato difficile esprimerli”.

“Siate sempre coraggiosi”

Il suo messaggio è quello di affrontare la sofferenza con positività. “Siate sempre coraggiosi – ha detto – annientare ciò che vi sta annientando e non abbiate mai paura di lottare contro ciò che avete dentro”.

TORNA ALLA HOME