Formaggi in mostra a Bergamo,  le stalle bergamasche leader lombarde per trasformazione e vendite dirette, top anche nella creatività.

Formaggi in mostra a Bergamo

Dal formaggio d’autore a quello con tre tipi di latte, da quello stagionato sotto terra a quello con un ripieno goloso, dal formaggio al gusto esotico a quello che unisce gli allevatori fino a quello per gli intolleranti al lattosio. Sono alcune delle proposte creative degli allevatori bergamaschi, presentate allo stand di “Coldiretti Bergamo” durante la manifestazione “Forme” che si sta svolgendo presso la Fiera Nuova di Bergamo.

Qualche numero

Bergamo, con 30.300 tonnellate di latte trasformato direttamente in azienda, è la prima provincia lombarda per volume di vendite dirette ed è quarta a livello nazionale. Nella Bergamasca le aziende che effettuano la vendita diretta sono 279, mentre quelle che consegnano all’industria di trasformazione sono 553. Le aziende che effettuano la vendita diretta son il 36,7 percento del totale, mentre le vendite dirette rappresentano il 7 percento del latte prodotto. Gli allevamenti di bovini sono 800, con circa 50mila vacche in lattazione, e un patrimonio di latte prodotto di oltre 3.300.000 q,li, di cui il 35 percento circa è destinato al latte alimentare, mentre il 65 percento alle produzioni casearie.

Leggi anche:  FORME, Italia seconda agli World Cheese Awards con 351 medaglie FOTO

Creatività in evoluzione

Coldiretti Bergamo sottolinea che anche sul fronte della creatività il comparto è in continua crescita. “Sono proprio le aziende come queste – spiega Alberto Brivio, Presidente di Coldiretti Bergamo – che contribuiscono alla realizzazione delle nostre eccellenze casearie, dalle 9 DOP ai 23 formaggi PAT (Prodotti Agricoli Tradizionali), ed è  grazie alla creatività e alla passione di chi le gestisce se il nostro patrimonio di formaggi è in continua evoluzione e si arricchisce sempre di nuove eccellenze”.

TORNA ALLA HOME