Giovani artisti in mostra con un progetto gestito interamente da loro: a marzo, dal 22 al 24, sbarca a Pognano la mostra d’arte “Mostrami”.

Giovani artisti liberi di esprimersi

Saranno una ventina gli artisti della zona tra fotografi, grafici, scrittori, pittori, cantautori, scultori che avranno uno spazio loro dedicato per esporre le proprie opere, in tre giornate dedicate all’arte in ogni suo aspetto. “Mi è stato proposto dall’Amministrazione comunale di fare qualcosa per il paese – ha detto l’organizzatrice Paola Bertola – e siccome io studio arte ho pensato ad una mostra che riguardasse tutta l’arte. Ho rintracciato artisti e raccolto idee. L’età è compresa tra i 18 e 25 anni e ogni artista potrà esprimere la propria arte, a tema libero. Ci saranno scultori, fotografi, grafici e altro. Nella prima e terza giornata inviteremo anche i giovani cantautori”.

Liberi di essere creativi

Il titolo dell’esposizione è stato scelto dai ragazzi sulla base di tre punti fondamentali. “‘Dimostrami’ –  è scritto nella presentazione a cura di Stefania Carminati – è quello che le giovani menti creative si sentono dire ogni giorno. Nel panorama contemporaneo gli artisti sono percepiti come nostalgici sognatori che tentano di vivere grazie al loro talento, ma che si scontrano di continuo con una logica concreta e competitiva, dove non importa la soggettività del singolo, la passione o la dedizione, quanto più il valore di mercato, il potenziale economico, gli ‘agganci'”.

Leggi anche:  Lorenzo Colombo, il fontanellese con l'arte nel Dna

Esprimere se stessi

“’Mostrami’ è quello che la nostra canzone – proseguono i giovani – la nostra fotografia, il nostro dipinto ed il nostro racconto continuano a suggerirci di fare. E’ una dimensione libera in cui ci è dato esprimere noi stessi senza definire target o temi, ma nella misura più svincolata, scarcerata e brada possibile”.

Comunicare agli altri

“È una mostra – concludono gli artisti – in cui le persone possono osservare, udire e leggere ciò che pensiamo quotidianamente traendone spunti e risorse per esplorare il mondo di giovani alle prese con frontiere divulgative, non lasciando che la nostra arte si perda nel mare di soggettività”.

TORNA ALLA HOME